HPV e Dubbi

Gentilissimi Dottori vi scrivo per avere un consiglio e delle delucidazioni riguardo ad una notizia che ho appreso poco fa e siccome non so proprio come comportarmi e cosa fare ho pensato di chiedere un consiglio a voi specialisti.
Un ragazza con la quale ho avuto rapporti intimi un po' di tempo fa mi ha detto che ha scoperto di avere il Papilloma (HPV).
Ora non sapendo con certezza se questo virus l'abbia contratto dopo che siamo stati insieme in intimità oppure già prima mi è sorto un dubbio su come comportarmi e cosa fare.
Secondo voi è il caso che indaghi anche io per vedere se sono venuto a contatto con questo virus ? E se sì cosa fare e come farlo.
C'è da preoccuparsi ?
Non sapendo assolutamente da dove iniziare sarei lieto di un vostro consiglio.
Nell'attesa di una vostra celere risposta vi ringrazio anticipatamente per la cortese attenzione e vi porgo i miei più cordiali saluti.
[#1]
Dr. Pierluigi Izzo Andrologo, Sessuologo 28,8k 637 1
Caro Utente,la logica richiede che si faccia visitare da un esperto andrologo e percorra il cammino proprio del partner maschile di una coppia.Ciò non significa che debba essere anche lei portatore del virus dell'HPV masse non lo cercano lo potrà mai sapere.Cordialità.

Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2]
Attivo dal 2016 al 2018
Andrologo, Urologo, Chirurgo generale
Ritengo che possa essere utile effettuare il vaccino (nel nuovo formato nonavalente), anche se per gli uomini non è a carico del SSN. L'utilità ha anche scopo preventivo in relazione alla funzionalità spermatica in quanto il virus potrebbe localizzarsi sugli spermatozoi e renderli meno efficaci. Penso valga la pena che ne parli con il suo medico di base.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimi Dottori innanzitutto grazie per le risposte.
Vorrei porvi delle domande sui alcuni dubbi e sperando di avere delle risposte sul da farsi più concreto ed imminente possibile, nell'attesa che mi mobiliti per fare una visita dal mio Andrologo.

1) C'è un analisi (o un test) che posso effettuare subito(analisi del sangue o altre cose) così da anticipare i tempi e andare già con quest'ultima successivamente dall'andrologo ?
2) Ho letto che ci sono vari ceppi del papilloma, se quest'ultimo nella persona portatrice non fosse quello più "pericoloso" la cosa cambia?
3)Ditemi se c'è seriamente da preoccuparsi (io mi sto preoccupando essendo già un soggetto ansioso). Ho letto che è un virus che può portare gravi malattie come neoplasie è un reale rischio questo?
4) Si può contrarre anche con il sesso orale (sia riceverlo che farlo)? E' meglio evitarlo ?
5) Il Dr.Rando mi ha parlato del vaccino ma è necessario farlo e lo dovrebbero fare tutti? Quest'ultima ha delle controindicazioni?

Attendo risposta.

Grazie.
[#4]
Attivo dal 2016 al 2018
Andrologo, Urologo, Chirurgo generale
Il vaccino è utile quando si sia a rischio di infezione e quindi come prevenzione. L'indicazione stringente a farlo è nelle giovani donne per le quali infatti è a carico del SSN. Per tutti gli altri è una scelta che va valutata nel contesto delle proprie situazioni. Non sono riportate controindicazioni particolari per il vaccino. Il virus ha un centinaio di sottotipi di cui solo alcuni abbastanza pericolosi, ma non è semplice sapere quale sarà in causa. Il virus può rimanere silente per anni o manifestarsi in molti modi in ragione della propria reattività immunitaria e del sottotipo acquisito con patologie relativamente banali o con forme tumorali a volte importanti. Come per tutti i virus il passaggio preferenziale è quello diretto con qualunque via (orale, anale, vaginale, peniena... ma anche ambienti non puliti). L'unico test per valutare la sua presenza è la PCR, meglio se effettuata con prelievo su tampone dell'area dove si sospetta possa esserci, ma anche sul sangue o su una secrezione (vaginale, spermatica).
[#5]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la dettagliata risposta Dr.Rando.
Io nelle analisi del sangue che faccio di routine faccio di solito sempre la PCR(proteina c reattiva) e nelle ultime analisi fatta (circa 1 mese fa) la PCR è risultata buona con il valore 4,6mg/l (valore massimo di riferimento 10). Quindi questa cosa esclude già in parte la presenza del virus? Sa, glie lo chiedo perché essendo un tipo ansioso mi sto preoccupando e poi non essendo una persona con un attività sessuale promiscua non vorrei imbattermi in iter medici inutili, stressanti psicologicamente e dispendiosi, come ho sempre fatto nel passato data la mia ipocondria.
Un'ultimissima domanda che le faccio, e mi scusi se ne approfitto della sua gentilezza.
Ma è vero che il papilloma in alcuni casi può scomparire da se ed essere debellato dal sistema immunitario?

Grazie ancora.

[#6]
Attivo dal 2016 al 2018
Andrologo, Urologo, Chirurgo generale
L'analisi PCR a cui mi riferivo non è quella da lei citata, che è un indice infiammatorio, ma la Polymerase Chain Reaction che è il metodo per rilevare la presenza del DNA o RNA di un virus, unico sistema utile se si sospetta un problema dipendente da un virus. La scelta se eseguire o meno tale esame dipende dal contesto clinico di probabilità dell'infezione che il medico dovrà valutare, anche perché sono test multipli (su diversi prelievi) che non sono a carico del SSN salvo casi specifici. E' vero che il HPV possa essere debellato da un buon sistema immunitario, tanto è che la terapia nella stragrande maggioranza dei casi, in assenza delle lesioni (condilomi, papillomi, verruche e alterazioni tumorali), e fatto salvo il vaccino, è solo di attesa e verifica o al massimo di sostegno al sistema immunitario.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Chiarissimo Dottore. Quindi questo test(Polymerase Chain Reaction) lo posso richiedere in un laboratorio qualsiasi di analisi?
Conoscendomi vorrei fare subito qualcosa per togliermi il pensiero ed andare gia dall'andrologo con delle carte in mano.
Lei ha citato sintomi quale verruche. Le dico che a me negli ultimi anni mi sono comparse diverse volte verruche in varie parti del corpo(collo, petto, etc.etc.) e tra l'altro ho anche una verruca da moltissimi anni(non ricordo di preciso da quanti) sui testicoli. Però sia il l'andrologo dal quale andai a bruciarmi la verruca sul collo e sia l'urologo dal quale ho fatto visite negli anni non mi hanno mai detto niente e mai destato preoccupazione riguardo a qualche causa dipendente da qualche virus.
Le verruche possono anche non dipendere da virus ed non avere cause particolari?

Grazie ancora per la pazienza ma mi sta risolvendo moti dubbi e la ringrazio.
[#8]
Attivo dal 2016 al 2018
Andrologo, Urologo, Chirurgo generale
La PCR non viene svolta da tutti i laboratori, ma in linea di massima presso i laboratori ospedalieri non dovrebbe avere problemi. Il problema è che per i prelievi da mucose (per esempio dal glande, dall'ano, dall'uretra) occorre che il prelievo lo esegua un medico, mentre per lo sperma e il sangue il campione viene raccolto come d'uso. La sua ripetuta presenza di verruche (le verruche vere dipendono solo da uno o più dei sottotipi del HPV) nelle diverse parti indica che in qualche modo il virus, presumibilmente in una delle forme tenui, è presente o lo è stato.
[#9]
dopo
Utente
Utente
Chiarissimo Dottore. Grazie mille.
M'informerò su quale laboratorio esegue questo esame.
Lei mi consiglia quello con il sangue o nelle altre modalità? Qual'è più affidabile ?

Riguardo alle verruche mi venne un dubbio già tempo fa.
Ma mi devo preoccupare Dottore? Essendo "ignorante" in materia ed anche ansioso ho paura di evoluzione in brutti mali.

Grazie.
[#10]
Attivo dal 2016 al 2018
Andrologo, Urologo, Chirurgo generale
In generale sono migliori le modalità da prelievo specifico, ma in via preliminare anche sul sangue e/o sulla sperma (visto quanto accaduto alla sua partner) ha una buona utilità. Per le verruche in sé non deve preoccuparsi se non nel senso di togliere per bene quelle visibili... al resto deve pensare il suo sistema immunitario che è bene non stressare.
[#11]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille davvero Dottore per la pazienza e per la chiarezza nelle risposte. Mi è stato davvero di grandissimo aiuto chiarendomi molti punti.

Le porgo i miei più cordiali saluti.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio