Ematoma dopo ecocolordoppler

Gentili dottori.
Dopo un ecocolordoppler penieno effettuato 3 giorni fa presento ancora lievi dolori al pene e una macchia viola nella zona dove sono state effettuate le ignezioni di caverject.
Secondo voi è grave? Qui leggo di fibrosi dei corpi cavernosi è possibile? Vi prego sono molto spaventato gentilmente portreste rispondere.
Cordiali saluti
[#1]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
Gent.mo utente

dopo una semplice iniezione di PGE1 è alquanto improbabile pensare ad una fibrosi, tenga del ghiaccio per un paio di volte al giorno e se poi la sintomatologia persistesse esegua un controllo specialistico.

Cordialità

Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dottore le ignezioni se non ricordo male sono state 3 ( 2 di caverject e 1 a fine esame di un farmaco che chiamavano reverse).
Poi una cosa che mi ha lasciato dubbi e che mentre facevo l ignezione di reverse l' ecordoplerista ( che non era il mio medico) mi stringeva forte il pene che era ancora semi eretto e me lo piegava con forza a destra e sinistra fino a quando a perso del tutto rigidità. Dottore ma è normale che mi abbia eseguito queste manovre così drastiche nonostante io avessi già un dolore intenso? Potrebbe avermi creato una frattura del pene? Le ricordo che sulla base dell pene c'è una grossa macchia che va dal violaceo al nero e sento un po' di dolore all' interno del pene ma non alla palpazione. Grazie ancora attendo gentilmente risposte.
Cordiali saluti
[#3]
dopo
Utente
Utente
Dottori ho sentito telefonicamente il mio medico,gli ho spiegato la situazione e non mi sembrava preoccupato.Mi ha detto solo di prendere una tachipirina per il dolore e usare una comune crema per emorroidi per l' ematoma che tanto si riassorbirà in 10/15 giorni. Non mi ha parlato di fibrosi.
Secondo voi è corretto quello che mi ha detto senza nemmeno visitarmi? O dovrei farmi visitare da un altro urologo prima di possibili danni permanenti?
[#4]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
Gent.mo utente

dopo l'esame da lei fatto le avranno rilasciato un certificato medico dove sarà riportato l'esame fatto e i farmaci utilizzati, in caso contrario non saprei come aiutarla se non consigliarla di confrontarsi in diretta con uno specialista.

Un cordiale saluto
[#5]
dopo
Utente
Utente
Dottore il referto dice questo:
E.C.D penieno dinamico previa somministrazione di caverject 10 mcg per via I.C.

Basale (IR DX 0,75) (IR SN 0,75)
(PVS DX 22) (PVS SN 23)

5" (IR DX 0,90) (IR SN 0,95)
(PVS DX 24) (PVS SN 24)

10" (IR DX 0,95) (IR SN O,95)
(PVS DX 25) (PVS SN 24)

Giudizio clinico: 4/5

Diagnosi: non alterazioni del sistema arterioso e veno occlusivo. Ipertono adrenergico.

Si consiglia: si esegue precursore del priapismo ( non so se è corretta quest ultima cosa che ho scritto poiché la scrittura del referto non è ben leggibile e sono andato ad intuito).

[#6]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
quindi le hanno fatto una prima iniezione, poi seguita da un "precursore del priapismo", purtroppo tale pratica potrebbe averle creato un piccolo trauma al pene e per questo è consigliabile un controllo diretto.

Un cordiale saluto
[#7]
dopo
Utente
Utente
Dottore appena finito l'esame mi hanno fatto un ignezione per farmi perdere l erezione ....
1)Secondo lei è stata questa ignezione a crearmi l' ematoma e il dolore che ho tutt ora?

2)il fatto che ho ematoma e lieve dolore tra base e attaccatura del pene significa che ho avuto danni permanenti al pene?

3) danni irreparabili si hanno solo in caso di erezione molto rigida che dura solo più di 3 ore giusto?

Dottori vi prego rispondete non vorrei passare un altra serata in ansia....
[#8]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
1)Secondo lei è stata questa ignezione a crearmi l' ematoma e il dolore che ho tutt ora?

E' possibile tuttavia serve una visita diretta

2)il fatto che ho ematoma e lieve dolore tra base e attaccatura del pene significa che ho avuto danni permanenti al pene?

No non significa che ha danni permanenti, ma semplicemente un sintomo di traumatismo.

3) danni irreparabili si hanno solo in caso di erezione molto rigida che dura solo più di 3 ore giusto?

I danni si possono avere per tanti motivi, tuttavia non si agiti e si confronti in diretta con uno specialista.

Cordialità
[#9]
dopo
Utente
Utente
Dottore oggi sono stato dal medico che mi ha prescritto l' esame . La visita è durata 2 minuti mi ha fatto sdraiare ha visto senza nemmeno palpare è mi ha detto:tutto normale per il dolore tachipirina e per l ' ematoma una qualsiasi pomata per emorroidi o proprio niente tanto in 10/15 giorni si riassorbe da solo.
Dottore secondo lei è una buona vista questa? Si possono escludere danni solo guardando il pene senza ne un ecografia o palpazione?non vorrei che mi avesse detto così solo per calmarmi visto che il problema è avvenuto in mani sue.
Grazie dottore mi creda sono 2 giorni che non mangio, ho la nausea e non dormo dalla forte ansia.
[#10]
dopo
Utente
Utente
Ah dottore un altra cosa forse mi sono spiegato male.
Io non ho paura del dolore ho della durata dell ematoma, io ho paura che questo esame mi creato danni irreparabili visto i sintomi che ho.
1)Ora riformulando la domanda di prima le chiedo:
Danni irreparabili dovuti a questo esame si hanno solo in caso di erezione molto forte , dolorosa, e che duri più di 3 ore?

2)quale esame si fa per escludere questi danni ?
[#11]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
1) si hanno anche per altri motivi tra cui una iniezione eseguita male
2) ci si fa controllare da un altro specialista.

Saluti
[#12]
dopo
Utente
Utente
Dottore ho prenotato la visita da un altro specialista. L' ematoma sembra si stia riassorbendo...
1)dottore ma secondo lei il fatto che dopo l' esame ho avuto un ematoma questo è dovuto al fatto che mi è stata fatta male l' ignezione o può capitare anche per altre cause?

2) in genere è normale sentire un po' di dolore durante l ignezione?

3) le placche che si possono formare dall ematoma sono percepibili anche a pene non eretto?
[#13]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
1) può succedere indipendentemente

2) si è frequente il dolore durante l'iniezione

3) non faccia voli pindarici e aspetti la visita.

Saluti
[#14]
dopo
Utente
Utente
Dottore intanto grazie per il suo aiuto.
Poi le volevo chiedere:

1) è normale che nonostante l' ematoma si sia quasi del tutto riassorbito presento ancora dopo una settimana lieve dolore/fastidio al pene?

2) il fastidio che irradia tutto il pene può essere dovuto al fatto non eiaculo da più di una settimana e la mia prostata che era già un po' infiammata prima si stia facendo sentire in questo modo?

3) ora per escludere danni al pene dopo questo esame, dovrei ripeterlo più in là? O potrebbe bastare anche solo un ecocolordoppler basale e una visita specialistica?.
Grazie
[#15]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
Potremmo andare avanti all'infinito ma quello che conta e' la visita, quindi aspettiamo e poi se servisse ci faccia sapere.
Cordiali saluti
[#16]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,6k 421 2
caro lettore

quando si inietta il caverjet per un esame ecodoppler non si forma quasi mai una ecchimosi o ematoma. Quando invece si inietta un antidoto perchè il pene e rigido al massimo e non mostra di andare in tumescenza , tale iniezione ( su un pene pieno di sangue ad alta pressione) causa quasi sempre una chiazza ecchimotica vicino al punto di iniezione
in genere è un semplice problema cutaneo (una cremina locale lo risolve) non possono essere queste tre iniezioni a determinare una fibrosi, stia tranquillo e segua il consiglio del collega che ha fatto l'indagine e ha visto il suo pene dopo qualche giorno
eviti consulti vari. C'è il rischio di pareri controversi (alcuni medici godono a giudicare l'operato di colleghi!!!!)
cari saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#17]
dopo
Utente
Utente
Dr.Pozza grazie anche del suo intervento.
Il problema è che l' ematoma mi è apparso sul lato destro del pene ( dove sono state eseguite le due ignezioni di caverject) mentre a sinistra dove è stato ignettato il farmaco per perdere l' erezione non è apparso niente.
Ora il punto è questo:
L' ematoma ormai sembra sparito del tutto,mi è rimasto ancora un po' di fastidio nel pene,le erezioni ci sono ( sembrerà strano ma sono aumentate un po' in frequenza da dopo l' ignezione del caverject)ma durano meno in assenza di stimolazione manuale, inoltre il pene che già in precedenza tendeva a convergere lievemente verso sinistra in erezione ora ha accentuato un po' questa curvatura.Ultima cosa dottore, quando mi è stata effettuata l' ignezione per perdere l' erezione, il pene non era al massimo,avevo una discreta erezione ma comunque il pene si presentava molto rosso e caldo e non ritornava allo stato normale.
Cordiali saluti
[#18]
dopo
Utente
Utente
Gentili dottori, domani ho la visita da un nuovo specialista e vorrei chiedervi un informazione per evitare di fare un altra visita a pagamento e senza risultati:
-dopo quello che mi è successo per escludere danni vascolari basta la sola visita o dovrei perforza rieseguire l' ecocolordoppler dinamico?.
[#19]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
la visita è sufficiente.

saluti
[#20]
dopo
Utente
Utente
Gentili dottori, mi dispiace disturbarvi ancora ma dopo l' ultima visita mi sento ancora più confuso e depresso da questa situazione poiché all ultima visita il medico mi ha detto che se l ecocolordoppler dinamico non viene eseguito bene può recare danni mentre il medico che me l' ha eseguito mi disse l' esatto contrario...
Non avendo la possibilità di sentire una terza campana vi chiedo è possibile che un ignezione fatta male ( in particolare quella che hanno usato per farmi perdere l' erezione) mi abbia creato una curvatura del pene? .
Cordiali saluti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio