Utente 123XXX
Buongiorno dottori,
ho 35 anni, buona salute, normopeso.

Stanotte, sul finire del rapporto sessuale (protetto) ho avvertito un "fastidio" (una specie di leggerissimo dolore, cmq non di tipo trafittivo) come se, a causa dei movimenti della mia partner, il pene fosse "forzato ad essere in una posizione non consona"; dopodichè ho eiaculato (no perdite di sangue nel preservativo) e mi sono addormentato normalmente.

Stamane non ho avuto nessun problema/dolore nè ho avvertito alcunchè di anomalo, minzione normale.

Qualche ora fa però, mentre urinavo, mi sono accorto di una specie di alone scuro / ematoma sull'asta del pene, più o meno nella zona nella quale avevo avvertito il "fastidio" stanotte (zona "inferiore" dell'asta, sopra l'attcco scroto, non la "dorsale" per intenderci...).
A tal propostito, preciso che, in erezione, ho il pene che si incura leggermente verso il basso, come una specie di ponte (sempre stato così).

Leggendo qualcosa in merito su Medicitalia, ho iniziato poi ad avvertire poi un leggero fastidio (assolutamente non un dolore) nella zona interessata (forse a causa di autosuggestione... sono una persona particolamente ipocondriaca).

Desideravo quindi sapere da voi cosa sia il caso che faccia (es: attendere; non fare nulla, recarmi al PS, interessarmini solo se cambia qualcosa in peggio etc.) e che non faccia (es: verificare la zona, tastare il pene, avere erezioni / rapporti sessaulai etc.) e possiate sbilanciarvi circa un'eventuale diagnosi (nel frattempo, cerco un modo per caricarvi una foto on-line in modo anonimo).

Grazie a tutti per l'interessamento.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il rapporto coutale e’ traumatico per il pene,per cui non mi allarmerei ma ne approfitterei per sottoporsi ad una routinaria visita andrologica.Ha mai eseguito un esame seminale?Cordialita’
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 123XXX

Buongiorno dr. Izzo,
lo specialista urologo che mi ha visitato si è così espresso:

<<"
EO:
- apparente escoriazione superficiale alla base del pene
- corpi cavernosi apparentemente integri alla palpazione del pene, evidenza di lieve discromia a carico dell acute sulla faccia ventrale del pene;
- testicoli di norma;
- non dolore alla palpazione;
- non evidenza di ematoma;

Si consiglia:
- applicazione di ghiaccio locale, non a diretto contatto con la cute, mantenendo il pene ribaltato in addome, almeno 3-4 volte/gg per 10 min
- Utile applicazione di Balanil Gel dopo igiene intima2 volte/gg per 5 gg
- Utile eseguire ecodoppler dei corpi cavernosi del pene al fine di escludere traumatismi interni
">>

Ghiaccio & pomata mi ha detto che sarebbero stati dei "sussidi", non vere e proprie terapie, essendo trascorse più di 24h dall'ipotetitco evento scatenante.

In conclusione ha aggiunto che, al 99%, l'eventuale "trauma" sia stato lieve e superficiale e che, qualora avessi deciso di fare anche l'ecodoppler dei corpi cavernosi (cosa che non so se fare, mi dica lei), è molto probabile che non emerga nulla dall'esame (e anche che, qualora fosse emerso qualcosa, molto probabilmete la successiva terapia sarebbe stata conservativa, e solo in un caso estremo si sarebbe provveduto a delle iniezioni in loco per evitare cicatrizzazioni anomale).
Tutto ciò sempre ammesso che io fossi sicuro al 100% di non aver mai avuto prima quell'alone (cosa della quale non sono proprio certissimo onestamente), altrimenti non sarebbe stato alcunchè.

Che ne pensa in merito?

PS
Ho eseguito Spermiogramma e Spermiocoltura 4 anni fa (avevo 32 anni, a seguito della presenza di grumi gelatinosi nello sperma, che comunque continuano a presentarsi di tanto in tanto), dal quale mi disse il medico non emergere alcunchè di anomalo:
- N° spematozoi/ml: 190 milioni;
- N° totale di spematozoi: 665 milioni
- motilità progressiva: 50%
- motilità totale: 65%
- 6% forme fisiologiche;
- 94% forme atipiche (anomalie testa: 67% ; anomalie collo: 21% , anomalie flagello: 3% ; forme immature : 3%)

[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...condivido il ricorso all'ecocolordoppler penieno solo,eventualmente,in un secondo momento.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it