Utente 413XXX
Salve,sono fidanzato con una ragazza che amo davvero tanto e che la quale mi eccita abbastanza.
In precedenza,con altre ragazze,ho SEMPRE avuto problemi a mantenere l’erezione quando infilo il preservativo o semplicemente,pochi minuti dopo essere entrato nella vagina,la perdo.Il problema della perdita di erezione sorge solo in queste circostanze perché non ho problemi di erezione durante preliminari (infatti durante i preliminari riesco ad eiaculare tranquillamente) o anche quando ci tocchiamo semplicemente o anche quando mi masturbo da solo,ma anche semplicemente con un bacio appassionato,quindi non credo ci siano problematiche quali impotenza o disfunzione erettile.
Ieri sera provammo a farlo e tutto filava liscio durante i preliminari dove avevo un erezione,come al solito,soddisfacente,ma quando misi il preservativo la persi immediatamente e dal panico non riuscii addirittura neanche a trovare il buco!
Subito dopo mi sentii demoralizzato tanto che mi chiusi in bagno e la mia ragazza cerco di consolarmi per salvare il mio umore e la nostra serata,infatti ci è riuscita e aggiungo che nella serata ho eiaculato due volte con preliminari nell’arco di una ventina di minuti.
A questo punto potrebbe essere solo un problema di matrice psicologica(ansia da prestazione?) o potrei avere qualche intolleranza al lattice del preservativo con conseguente perdita di erezione? (questo particolare lo lessi su internet insieme a lei)
Ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

purtroppo se il suo "può essere solo un problema di matrice psicologica (ansia da prestazione?) o lei può avere qualche intolleranza al lattice del preservativo ..." solo il suo andrologo di fiducia in diretta glielo potrà confermare dopo attenta e completa valutazione della sua reale situazione clinica complessiva.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com