Utente 381XXX
Buonasera gentili dottori,
Sono un uomo di 42 anni e soffro di ipogonadismo ipogonadotropo. Sto facendo da circa un anno cura sostitutiva del testosterone( sustanon 250 1/2 fiala settimana) con buoni risultati. Ho letto che nei casi dì ipogonadismo centrale consigliate periodicamente di sospendere la cura per vedere se c’è stata una naturale ripresa del testosterone endogeno. La mia domanda è: dopo quanto tempo dalla sospensione è opportuno controllare i dosaggi per capire se c’è stata una ripresa? Ancora non ho sospeso la cura e se dovessi farlo vi garantisco che parlerò col mio andrologo. Ringrazio chiunque voglia rispondere alla mia semplicissima domanda. Saluti

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Aro signore, le leggende metropolitane mietono ogni anno numerose vittime. Se il problema è centrale (ipofisario) non credo a ripartenza
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 381XXX

La risonanza ipofisaria è negativa e si sospetta che l ipofisi non funzioni correttamente a causa dello stress. Abbiamo provato a stimolarla col clomid ( il testosterone sale fino a 5.7 ma dopo la sospensione ritorna a 2,6). Inoltre ho la prolattina un po’ alta (350). Sto al momento prendendo degli psicofarmaci (carbolithium 300 x2, laroxyl 10 gocce, seroquel 200) è probabile che siano i farmaci?Secondo lei non ci sono possibilità di guarigione?

[#3] dopo  
Utente 381XXX

La prego dottore mi risponda!