Utente 480XXX
Gentili dottori,volevo sottoporvi la mia storia perché ho realmente bisogno di un consulto urgentemente e disperatamente.
Ho 22 anni e soffro di ipogonadismo ipogonadotropo,purtoppo preso dopo lo sviluppo.Dopo tanti anni in cui sono stato sbalzato da un dottore ad un altro senza che riuscissero a capire la mia patologia sono riuscito a trovare un professore che potesse aiutarmi.Dopo tutte le analisi,fatte a soli 17 anni, ho cominciato una cura ormonale praticamente già maggiorenne.Ovviamente i miei valori iniziali di testosterone erano pari a 0,03 con LH ed FSH anch'essi sotto la norma e ovviamente non avveniva la spermiogenesi.Ho iniziato assumendo Gonal F e Gonasi HP 2000 continuando questa cura per anni senza che il professore facesse altre analisi periodicamente, ma vedendo pian piano dei miglioramenti(Cambiamento di voce,peluria e finalmente si vedeva lo sperma) .Nel frattempo mi sono sposato, l'andrologo mi ha specificato che in caso di questi valori potevamo avere dei bambini solo con ICSI.Dopo anni ripetetti le analisi trovando i valori dell'LH ed FSH rientrati nella norma mentre il testosterone era pari a 45,05.Allora il mio andrologo decidette di cambiare terapia, sostituendo Gonal F con Fostimon associata sempre a Gonasi HP 2000. Dopo mesi e mesi dovetti fare di nuovo le analisi per vedere il corso della terapia. Ebbi risultati strabilianti, LH ed FSH nella norma e il testosterone a 1500. Il mio andrologo decide allora di staccare totalmente Gonasi e proseguire solo con Fostimon,(senza nessun esame) dicendo che con valori così lo sperma sarebbe migliorato qualitativamente e che si poteva anche sperare in una gravidanza normale (credendo di farmi abbassare di poco il testosterone). La scorsa settimana avevo in programma lo spermiogramma (che la volta passata non era andato alla grande perché il numero di spermatozoi non era rientrato nella norma ma non avevo problemi di eiaculazione e avevo avuto miglioramenti evidenti ed enormi rispetto all'inizio), arrivato in ospedale mi sono sottoposto senza però riuscire ad ottenere un risultato né pari né maggiore alla volta passata, anzi praticamente una goccia reale di sperma. Pensai fosse un blocco, ho ripetuto la prova con lo stesso risultato,tanto che ho avuto un dubbio, chiedo al prof se potesse essere la terapia a farmi regredire e lui conferma,chiedendomi le analisi repentinamente.Oggi ho ritirato le analisi fatte questa settimana, dopo 5/6 mesi aver staccato la gonodotropina corionica. I risultati mi hanno praticamente distrutto. Sono bastati pochi mesi a distruggere anni di speranza,anche perché con delle analisi così forse neanche L'ICSI é possibile (ho il primo colloquio per il 12/03). Lui dice sia colpa della mia patologia. Io mi chiedo se possa esser stata la sua negligenza e la terapia a farmi regredire (non ricevo visite da anni).Fostimon sola funziona?Oggi mi ha detto di riprende Gonasi e che per quella data rientrerò nei parametri. È possibile?Non sarebbe stato più opportuno ridurre solo la dose di Gonasi o Fostimon per il testosterone?Spero che qualcuno possa aiutarmi. GRAZIE

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

in un caso di ipogonadismo ipogonadotropo la eiaculazione potrebbe anche mancare
sarebbe stato ineterssante valutare il suo liquido semionale mentre la terapia medica aveva riporato a valori ormonali normali.
risenta il suo specialista e veda di chiarire meglio il suo problema
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 480XXX

Gentile dott.Pozza,
Da premettere che ormai da tempo non mancava l'eiaculato anzi é andato pian piano asciugando.
Stamani ho effettuato un colloquio con un nuovo andrologo per confrontare le versioni, mi é stato detto precedentemente (dal mio andrologo) che l'ipofisi potrebbe svegliarsi dopo aver staccato la terapia e fare il suo corso regolarmente ed è anche per questo che ha interrotto la terapia, é possibile? Stamattina mi é stato detto che non é così. Poi il dottore ha eseguito una ecografia testicolare e un esame della prostata. Mi é stata riscontrato il varicocele di primo grado nel testicolo sinistro,una prostatite e una vesciculite bilaterale e guardando la prima ecografia di anni fa mo ha detto che era già presente allora, ma il "mio" andrologo" non mi ha mai detto nulla.Anzi non ha mai richiesto né una spermiocultura né fatto esame alla prostata.
È possibile che sulla base di ciò abbia sbagliato totalmente cura? É possibile che anche questi errori abbiano impedito la mia guarigione e quindi di avere figli naturalmente?
La ringrazio per aver dato risposta.