Utente 491XXX
Salve,

Ho quasi 42 anni e da parecchio tempo soffro di depressione e ansia per cui prendo 150 mgs di anafranil al giorno da circa 9 anni.
Negli anni la libido e' stata sempre alta e presente e non ho mai avuto difficolta' nei rapporti con le partner, ma negli ultimi 4/5 anni ho iniziato ad avvertire una maggior depressione, stanchezza e svogliatezza. Inoltre ho avuto degli episodi nei quali ero completamente a mio agio nella situazione sessuale ma all'improvviso il pene non sentiva piu' piacere e pendevo l'erezione. Questo pensavo fosse dovuto agli effetti collaterali dell'anafranil ed e' aumentato negli ultimi mesi

Per sicurezza ha fatto degli esami ormonali:

Testosterone 6.2 in un range da 9 a 35
LH 4,1 in un range da 1,7 e 8,6
FSH 4,7 in un range da 1,5 e 12,4
Prolattina 87 in un range da 86 a 324

Gli esami ormonali sono stati effettuati nello stesso periodo in cui ho cominciato a prendere 15 mgs di mirtazapine (che non dovrebbe avere effetti sessuali secondari).

La cosa strana e' che in pochi giorni ho subito una diminuzione della libido pronunciata. Mancanza di pensieri sessuali (cosa mai successa anche nei periodi di depressione piu' nera). Il pene sembra raggrinzito e non riesco ad avere nessuna erezione naturale indotta (solo notturna). Il pene non sente il piacere sessuale e credo proprio sia dovuto ad uno sbalzo ormonale.

La mancanza di testosterone puo' realmente provocare sbalzi cosi' alti e completamente inficiare addirittura il pensiero e le fantasie? La cosa mi ha letteralmente destabilizzato. Come se uno switch si fosse innescato e spento tutto ed e' stata una cosa abbastanza subitanea.

Le mie domande sono:

Da cui sopra si ipotiizzerebbe un ipogonadismo di primo grado in quanto i valori LH e SFH sono nella norma. E' una ipotesi corretta?

Non ho effettuato esami della tiroide ma non sembro avere sintomi di ipotiroidismo.

Risiedo all'estero e sinceramente il contatto con i medici qui e' stato abbastanza deludente. (mi hanno solo calcolato il testosterone globale e consigliato di cambiare stile di vita. Nessun pannello ormonale richiesto)

Vorrei inoltre capire come mai in Europa, non si effettui un test dell'estradiolo sensitivo, mirato ai maschi in quanto piu' preciso rispetto a quello utilizzato per le donne che hanno quantita' di estradiolo maggiori. E' una particolarita' che viene spesso fuori leggendo fonti americane. Calcolare bene l'estradiolo e' importante quando si somministra Testosterone endogeno per via della possibile aromatizzazione.

Ad essere onesto sono un po' perso e pensavo di fare un viaggio in italia per avere un parere piu' esperto.....

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore

il nuovo farmaco poitrebbe avere effetti diversi dall anafranil
dovrebbe fare una valutqzione andrologica per cercare di capire se esistono fattiri clinici o vascolari
il tentativo di "autodiagnosticarsi ed autocurarsi" con Google può essere fonte di delusioni anche cocenti
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 491XXX

Il problema è che ho effettuato una visita andrologica qui in loco ma non giudico sia stata sufficiente in quanto solo il livello di testosterone totale è stato misurato senza effettuare un pannello ormonale completo... Indispensabile per una valutazione precisa. Mi è stato detto che probabilmente il basso testosterone è dovuto ai farmaci e allo stile di vita. Ho poi effettuato gli esami di lh e fsh e sono risultati nel range come la prolattina quindi ipotizzo un problema a livello testicolare. Ovviamente vi è bisogno del consulto di un medico preciso.