Utente 405XXX
buongiorno egregi dottori sono un uomo di 38 anni obeso e lavoro di ufficio. da circa 10 anni ho scoperto di soffrire di ipogonadismo ecografie regolari dove si evidenziano testicoli ipotrofici e valori a limite basso del range di normalità. pillola pressione per ipertensione, esami del sangue nella norma tranne acido urico a limite alto e glicemia ballerina, che a seguito di esame con l'assunzione al glucosio a rilevato una insulino resistenza ma il mio medico dice normale vista l'obesità infatti l'esame mi è stato prescritto per edema e rossore alle gambe. attualmente in cura con testoviron da 250. il medico che mi segue è un endocrinologo, mio parente, in questo periodo il farmaco non si trova e mi ha indicato il sustanon che ancora devo assumere. so che dovrei parlarne con il medico che mi segue ma essendo un parente la cosa mi trattiene. Io Vi chiedo è necessario eseguire questa terapia che dovrà essere per tutta la vita? e' giusto che mi segua un endocrinologo anzichè un andrologo? la terapia quotidiana è: pillola pressione al mattino, vitamina d, cardio aspirina la sera e testoviron ogni 4 settimane.
la libido non è alle stelle ma c'è anche se stimolato con erezione normale. ho letto che alcuni medici al di la dei possibili effetti collaterali futuri la terapia dia solo giovamento. non vi chiedo terapie perchè so che non potete farlo ma Vi chiedo in questo mondo dove non ci sono più mezze regole io devo eseguire la terapia oppure non avendo fini di avere più altri figli posso farne a meno. grazie

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

segua le indicazioni ricevute e si ricordi che le terapie indicatele non servono solo per avere figli.

Ad esempio il testosterone e la vitamina D sono coinvolti in molti meccanismi fisiologico che impediscono una precoce osteoporosi.

Detto questo le ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 405XXX

quindi basta che mi segua solo l'endocrinologo?

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo, meglio poi se lo specialista ha anche chiare competenze andrologiche come del resto molti endocrinologi oggi hanno; in sintesi ora segua le indicazioni ricevute!
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 405XXX

Il problema e che avendo visto la superficialità nel attendere che trovassi il farmaco nonostante lungo ritardo per la somministrazione della dose e poi cambiato con un farmaco sustanon che da come leggo e diverso dal testoviron mi hanno rimesso in crisi inoltre un amico mi ha confidato di avere il mio stesso problema ma anche azoospermua e il suo andrologo gli ha detto che prima di una cura con testosterone deve dimagrire. Questa cura di deve o meno fare? Bah. Spero in una risposta. Grazie

[#5]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non si arrovelli inutilmente ed ora senta sempre in diretta il suo specialista di riferimento.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 405XXX

grazie per la risposta. ma è quello che vorrei fare pero' trovo cose discordanti in riferimento a quello che trovo in rete. so che ogni caso è ase ma io mi riferisco all'approccio. per esempio altra cosa che ho sempre chiesto al mio medico è: ho letto che qualcuno cosniglia l'asportazione di testicoli ipotrofici per possibile degenerazione. lui invece sostiene che i testicoli è meglio lasciarli dove sono e che non ho chissa quale percentuali in piu di degenerare rispetto ad un uomo normale? voi cosa ne pensate. ho paura di non essere seguito bene e mi sento responsabile verso la mia famiglia per un qualcosa che potrei evitare. grazie

[#7]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

come già dettole: "Non si arrovelli inutilmente su internet ma prenda contatti diretti con esperto andrologo con chiare competenze endocrinologiche o lo segua”.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#8] dopo  
Utente 405XXX

il fatto è che non mi sento più sicuro di lui... per questo chiedevo s la sua guida è giusta. grazie

[#9] dopo  
Utente 405XXX

per favore non cerco diagnosi. ho leggo anche di possibili problemi alla prostata. ma il testosterone fa male o protegge la prostata? vorrei qualcuno che mi facesse un quadro più chiaro del mio. grazie

[#10]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

dopo attenta valutazione clinica con esperto andrologo od endocrinologo, se indicata, non si hanno gravi controindicazioni nell'intraprendere una terapia sostitutiva con testosterone.

Questa non aumenta la possibilità che lei abbia un tumore alla prostata od un aumento del suo volume.

Ancora un cordiale saluto
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#11] dopo  
Utente 405XXX

Anche con la mia obesità e il lavoro sedentaria?

[#12]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-e-terapeutiche.html

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-le-malattie-della-prostata-stili-di-vita-prevenzione-e-nuove-indagini-diagnostiche.html

https://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#13] dopo  
Utente 405XXX

Grazie lo farò senz'altro. Due anni f per dei fastidi ho fatto visita urologica con eco transrettale e pubica e mi fu detto che era una prostata normale per età e per il mio peso. Ma purtroppo avendo il vizio ma anche la curiosità di leggere ed informarmi ho letto pareri contrastanti. Per questo ho posto la domanda a voi che siete uno specialista anche molto disponibile. Spero in quest'ultima risposta. Grazie

[#14]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo essere obesi e d avere un lavoro sedentario non aiuta ad avere una prostata "sana .

Bene, se possibile, cambiare stile di vita.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#15] dopo  
Utente 405XXX

Il lavoro non posso cambiarlo mentre ci sto lavorando per perdere peso. Ma in questa condizione il testosterone non potrebbe anticipare una patologia?

[#16]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Come già scrittole: ... dopo attenta valutazione clinica con esperto andrologo od endocrinologo, se indicata, non si hanno gravi controindicazioni nell'intraprendere una terapia sostitutiva con testosterone....

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#17] dopo  
Utente 405XXX

Grazie mille

[#18] dopo  
Utente 405XXX

Ho appena letto i link che mi avete consigliato ma ho bisogno di capire una cosa: si consiglia la prevenzione dai 45 anni in poi. Per tutti anche per me soggetto obeso? Inoltre l unico fastidio che sento ma non so nemmeno sé forse e normale: quando si dice diffz AD iniziare la minzione cosa significa? Io prima che scende la pipì attendo qualche secondo. Tra i miei amici che non hanno mai avuto a che fare con medici e quindi molto più rilassati di me nemmeno ci hanno mai fatto caso. Grazie

[#19]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sulla prevenzione ha capito bene, vale anche per gli obesi.

Se unico sintomo poi è quello di iniziare la minzione questo non è un segno significativo per dire che si ha un problema a livello della prostata.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#20] dopo  
Utente 405XXX

Grazie