Utente 456XXX
Gentili dottori,
sono affetto da SAG e per la prima volta i valori di lh ed fsh sono usciti bassi, sebbene il testosterone sia nella norma:
LH=0.4 rif:5-7mu/ml
FSH=0.9 rif 5-7mU/ml
Testosterone tot: 388
Ho eseguito gli esami di routine a dicembre con LH=1.8 e testosterone 4,4; li ho ripetuti a inizio febbraio presso il policlinico dove sono seguito e per la prima volta ho trovato questi valori. Gli androgeni per la SAG sono sempre un pò più alti, ma non si sono mai rilevati squilibri particolari. Può essere un errore di laboratorio, essendo stato questo l'UNICO caso in cui si sono rilevati LH ed FSH bassi? La diagnosi di ipogonadismo si può considerare essendo il testosterone normale?

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

tutto è possibile!

Sull'ipogonadismo non basta, per dire che è presente, il dosaggio di un ormone anche se di testosterone si tratta.

Il suo problema endocrinologico complesso, come le ho già ricordato in un precedente post, richiede sempre una attenta e continua valutazione clinica specifica e diretta.

Detto questo le ricordo comunque, ancora una volta, che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 456XXX

Gentile dottore
è consigliabile ripetere i dosaggi ormonali?
Come già detto è la prima volta che si evidenzia una situazione del genere. A dicembre era tutto nella norma, a febbraio si è evidenziata tale situazione.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Senta in diretta il suo specialista di riferimento; è lui, che la sta seguendo e che ben conosce la sua reale situazione clinica, la persona che può stabilire l'utilità e l'opportunità eventuale di ripetere un'indagine appena espletata.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com