Utente 475XXX
Salve,
un mese fa mi è stato diagnosticato un varicocele bilaterale di II-III grado al testicolo sx e di I grado al testicolo dx. Di conseguenza prima di rivolgermi ad un urologo ho effettuato lo spermiogramma i cui risultati mi sono stati consegnati stamane.
Volevo chiedere un parere sui seguenti dati.

Volume 3.7 mL
Aspetto Proprio
Viscosità Normale
Fluidificazione Completa
Granuli 0.5 mL
pH 7.2

Spermatozoi 36.6 milioni/ml
Spermatozoi totali 117.12 milioni

Motilità PR - progressiva 47 (%)
non progressiva 10 (%)
IM - assente 43 (%)

EOSINA TEST 69 (%)
SWELLING TEST Non valutato

FORME TIPICHE 6 %
FORME ATIPICHE 94 % di cui anomalie dell'acrosoma 10%, teste appuntite 24%, angolazioni del collo 26%, code attorcigliate 4%, altre forme 30%.

Round cells 0,9
Emazie 0.6
antispermatozoi 0%


Il numero totale di spermatozoi non è troppo basso? La motilità è scarsa? e soprattutto le forme atipiche al 94% indicano elevata probabilità di non riuscire a fecondare? Vi chiederei di valutare tali valori considerando che sono un ragazzo di 21 anni.
Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

il suo esame è tranquillizzante e, se il laboratorio ha, come sembra, rispettato le indicazioni date dal WHO nel 2010, praticamente da considerarsi nella norma; senta ora in diretta il suo andrologo di fiducia.

Detto questo, se desidera poi avere informazioni più dettagliate sul varicoclele, questo particolare ma complesso tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo da me pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 475XXX

La ringrazio per la risposta e sì ora attenderò anche il parere del mio andrologo di fiducia. Posso però chiederLe se lei con tali dati procederebbe egualmente alla operazione o meno? Ed inoltre a cosa potrebbe essere dovuta la presenza di granuli sporadici che vedo ultimamente nel liquido seminale?
La ringrazio nuovamente

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ad esame sostanzialmente nella norma generalmente, alla sua età, non si dà un'indicazione chirurgica.

Sui "grumi" nel liquido seminale bene risentire in diretta sempre il suo andrologo di fiducia, da qui difficile darle una indicazione mirata della possibile causa.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com