Edema pene

cari medici
gia ho scritto in questo forum,circa una vena ispessita,visibile una volta che abbassavo tutta la pelle del prepuzio,dorsale, che partiva da una zona poco rigonfia(una sorta di edema) parallela all asse del pene e terminante pochi mm al di sotto del glande.ho trattato la vena,da circa 2 settimane,con lavaggi usando acqua rigorosamente fredda ed applicando REPARIL C.M. 1%+5% GEL M02AC ESCINA + DIETILAMINA SILICILATO per 2-3 volte al giorno.Il risultato è che la vena si sta decisamente ricanalizzando,perdendo di tono,spessore ed essendo meno visibile,ma, l edema continua ad esserci ed è visibile soprattutto quando il pene è in erezione(sempre quando abbasso tutto il prepuzio).
la mia domanda è,ovviamente a scopo consultivo, c'è da preoccuparsi? premetto che le mie funzioni biologice e fisiologiche sono sempre state perfettamente normali. Vi prego di rispondermi e Vi ringrazio in anticipo
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,6k 421 2
caro lettore,

la vena dorsale superficiale che inizia un centimetro sotto il glande, decorre sottocutaneamente fino alla base del pene, ingrossandosi durante gli stati di eccitazione ed erezione preoccupa molti giovani.
Non si tratta di una patologia ma di una normalità, magari prima non osservata.
Cari saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 21,9k 464 493
Gentile utente,

direi che la cosa che manca, prima di ogni ipotesi terapeutica, è la Diagnosi: essa va ricercata con attenzione: le consiglio da parte mia la visita con lo specialista Venereologo (che è l'esperto di cute e mucose genitali) la produca con fiducia.

cari saluti

Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
la vene ispessita è presente anche con il pene a riposo,non decorre per tutto il pene ed è visibile solo quando abbasso tutto il prepuzio,stuata leggermente a destra rispetto all asse del pene,dorsalmente,mentre,una volta in erezione,è meno visibile,ma è visibile invece un edema dal quale parte la vena,ed è proprio quest'edema che adesso mi desta preoccupazione,in quanto la vena ispessita,curandola con reparil gel c.m. si sta ricanalizzando.
L'edema potrebbe rappresentare una patologia?
Potrebbe compromettere la fertilità?
Va bene se lo curo con REPARIL GEL C.M. come nel caso della vena?
Vi prego di rispondere,e colgo l occasione di farVi i milgiori auguri di Buon Natale!
[#4]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Caro lettore ,

nessuna automedicazione può essere indicata da questa postazione.

Quadri clinici particolari come il suo non possono essere affrontati e tanto meno capiti e risolti tramite una semplice e-mail e richiedono sempre una attenta valutazione clinica diretta .

A questo punto consulti il suo medico di medicina generale che, esaminato in prima istanza il suo problema , potrà eventualmente indirizzarla successivamente verso una più mirata valutazione specialistica andrologica.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#5]
dopo
Utente
Utente
salve dottori
sono andato dal mio medico di base,ed ha detto che la cura con reparil va bene,ma invece di una volta al giorno,dovrei metterla 2-3 volte.fatto ciò ho notato che sia l'edema che la vena si sn ridimensionati.la cura è durata circa una settimana(di totale astinenza sessuale tralatro).ieri avendo un rapporto sessuale con la mia ragazza,ho notato che l'edema e la vena si sono ripresentati.Come potreste spiegare questo?(ovviamente a puro scopo consultivo)
grazie in anticipo e buon anno a tutti voi
[#6]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 64
Egregio signore,
lo sfregamento può essere una spiegazione, ma non riesco ad essere sicuro che non ho visto nulla della sua patologia. Segua i consigli di chi mi ha preceduto circa una consuleza
[#7]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Caro lettore,

a questo punto bisogna ritornare al primo post e,
come spesso ripeto da questo sito, vista anche la sua "giovane" età, approfitti di questo "disturbo", per conoscere finalmente , se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Sarà lui che, valutata attentamente la sua situazione clinica complessiva potrà eventualmente, se indicate, darle tutte le successive indicazioni diagnostiche, compresa un'eventuale valutazione dermatologica.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#8]
dopo
Utente
Utente
GRAZIE MILLE..
UN ULTIMA COSA, IO SONO DI NAPOLI,MI SAPRESTE INDICARE QUALCHE OSPEDALE DOVE TROVARE UN ANDROLOGO? MAGARI PAGANDO SOLO IL PREZZO DEL TICKET,NON PENSO DI POTERMI PERMETTERE UN PRIVATO.GRAZIE
[#9]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Caro lettore ,

per la scelta dell'andrologo chieda un consiglio al suo medico di fiducia, anche il nostro sito la può orientare ed eventualmente può consultare pure il sito ufficiale della SIA (www.andrologiaitaliana.it).

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio