Utente 405XXX
Salve ho 36 anni e peso 70 kg. Nel 2015 mi è stata diagnosticata la malattia di la Peyronie. Riscontrata placca calcificata a livello del terzo medio pene. A gennaio 2017 ho iniziato una cura con infiltrazioni al pene a base di Verapimil che hanno ridotto notevolmente la placca + assunzione quotidiana di Dromos; a giugno visti i buoni risultati il medico ha deciso di smettere la cura con promessa di rivederci per un controllo a gennaio.
Ora però ho riscontrato che le placche sono più evidenti, sono comparse anche in altri punti e che il pene in erezione si è leggermente storto verso sx (circa 15°). Ho visto un altro urologo che mi consiglia di fare infiltrazione con Xiaflex.
Vale la pensa provare con Xiaflex anche se la curvatura non va oltre i 30°?
Ho riscontrato anche un calo dell'erezione che non riesco a mantenere più tanto.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MODENA (MO)
LUGO (RA)
BOLOGNA (BO)
PARMA (PR)
VERONA (VR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
la Collagenasi ha probabilmente il suo ruolo più appropriato se vi è una lesione specifica da aggredire; non so se questo sia il suo caso
Cordialmente,

Dott. Edoardo Pescatori
www.andrologiapescatori.it

[#2] dopo  
Utente 405XXX

Grazie,
La placca più evidente è anche quella che mi causa una strozzatura al pene. Le altre sono più piccole ma cmq si sentono alla palpazione
L'infiltrazione verrebbe fatta solo sulla placca principale. Vorrei capire se vale la pena provare subito o eventualmente intervenire più avanti nel caso di curvatura più ampia..
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MODENA (MO)
LUGO (RA)
BOLOGNA (BO)
PARMA (PR)
VERONA (VR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Teoricamente si potrebbe agire anche subito, ma naturalmente non mi esprimo sulla effettiva indicazione nel suo caso senza averla valutata, né sulla specifica scelta dell'utilizzo della collagenasi; a ciò rimando ad una sua discussione specifica con lAndrologo di sua fiducia.
Cordialmente,

Dott. Edoardo Pescatori
www.andrologiapescatori.it