Utente 467XXX
Salve
Volevo esporvi il mio problema, ho preso levitra 15mg spezzando un parte dalla pasticca da 20mg ho avuto un rapporto molto lungo di ora e non riuscivo ad ottenere l'orgasmo probabilmente per via del medicinale, a fine rapporto per via dello sfregamento anche un piccolo raschio causato dalla mia compagna con i denti ho avuto un dolore al pene, l'eiaculazione sono riuscito a raggiungerla con una manipolazione intensa e la mattina dp ho avuto un altro rapporto dove ho avvertito sempre un po di dolore per la sera prima presumo. Io ho il pene curvo da sempre e' una cosa congenita ma non ho placche, sono stato dal mio andrologo e mi ha detto di stare tranquillo per la possibilita' di eventuali traumi, il problema e' che nel rapporto successivo solo orale ho avvertito fastidio durante e una sensazione strana durante l'orgasmo come tirare nel perineo... Possono essere questi sintomi riconducibili ad un inizio di IPP? O come dice il mio andrologo sono solo suggestionato perche ho letto tanto su questo problema? E poi puo un rapporto come ho avuto io puo causare un trauma di IPP? Non ho preso nessuna botta con relativo piegamento ripeto solo un raschio per eccessivo sfregamameto, non penso che la durata e il levitra possano avermi rovinato e causato questo male!!!
Vi prego aiutatemi a capire sono disperato

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Ipp ? Impossibile così e con questi sintomi. Ipocondria a tonnellate: ha pensato a psicologo?
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 467XXX

Salve dottore,
Quindi per lei il levitra in quelle quantita' (15mg) e la lunghezza del rapporto ( un ora) per una persona che come me ha una deviazione di 15 gradi dovuta ad un ispessimento presente da anni che il mio medico ha definito corda penis non sono situazioni di rischio? Ho paura che l'eccessiva erezione abbia innescato un processo infiammatorio che sviluppi calcificazioni e successive placche. E il fastidio sentito successivamente davvero puo essere causato solo dalla mia testa? Da quello che ho capito il dolore che dovrebbe manifestarsi sono come delle fitte in prossimita' dell' eventuale placca o della zona della curvatura. Sto pensando seriamente di rivolgermi ad uno psicologo perche se anche lei oltre il mio andrologo mi conferma che queste dinamiche sono impossibili per scatenare un IPP devo porre rimedio in qualche modo alle mie ansie questo punto immotivate, pero' se ho corso un rischio devo cercare in qualche modo di fare una cura preventiva perche nulla mi e' stato dato da prendere.
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
[#4] dopo  
Utente 467XXX

La ringrazio dottore
Parte quindi tutto dalla mia testa che a questo punto sta andando in tilt
Grazie ancora

[#5] dopo  
Utente 467XXX

Dottore mi scusi un uiltima cosa, perche sempre su questo sito alcuni suoi colleghi parlano che possibili cause scatenanti di IPP oltre che traumatiche possono essere farmacologiche? Si intende abbuso di farmaci proerettili? La mia paura piu' grande e' quella che 15mg di levitra per me che sono un soggetto giovane 34 anni e ha solo un po di ansia da prestazione e non quindi problemi organici di disfunzione erettile siano stati deleteri
Grazie