Utente 487XXX
Gentili dottori,a causa di vari sintomi ( peyronie,moderata dispermia, lieve ipertensione, sfoltimento peli pubici e ascellari ,abbassamento libido e conseguente lieve D.E, orgasmi ridotti d intensità e calo della massa magra) mi sono recato dall endocrinologo che dopo vari esami ormonali e non, è giunto a questa conclusione:
Lieve iperinsulinismo, lieve deficit androgenico ( forse correlati l un l’altro).
Come terapia mi è stata data metformina 750 1cps al di, mentre per il lieve deficit androgenico nulla.
Ora io ho letto un articolo del dott cavallini che dice tra i tanti fattori che causano peyronie c’è il deficit androgenico e ho letto anche vari articoli che la metformina abbassa ulteriormente gli androgeni.
Quello che vi chiedo è:
È possibile ora che con questa terapia che causa di un ulteriormente abbassamento del testosterone il mio peyronie e tutti gli altri sintomi riguardanti la sfera sessuale peggiorino?.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Dubito fortemente del lieve deficit androgenico, che se non le è stato dato nulla pur in presenza di sintomi che "potrebbero" (uso il condizionale) essere correlati all' ipogonadismo, allora mi sa che ho hacapito/le hanno detto male, oppure c' è un deficit di comunicazione importante. Analogamente all' iperinsulinismo correlabile alla metformina, che se non sono interventi su quel farmaco in presenza di sintomi che potrebbero (e riuso il condizionale) essere correlati allora ho dei dubbi. Per quanto riguarda il testosterone e peyronie le posso dire che riaggiustare i livelli di testosterone non migliora il Peyronie, ma lo rende più sensibile a terapia. Personalmente rivedrei quanto è stato detto e scritto alla visita, che di sbavature ced ne sono parecchie.,
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 487XXX

Dr. Cavallini intanto grazie per la celere risposta.
Ore le riporto quello che mi ha scritto il mio endocrinologo per filo e per segno:
In considerazione dei livelli glicemici ai limiti sup. della norma ( come da alterata glicemia a digiuno) è opportuno trattare farmacologicamente l’ iperinsulinismo per la correzione del fenomeno di insulino resistenza ( possibile correlazione con deficit moderato di testosterone ?)

Iperinsulinismo lieve (homa indice = 4.; v.n inf. a 2.5) in soggetto normopeso (BMI = 21,6)


Lieve deficit androgenico ( Testosterone libero calcolato = 50.1 pg /ml; v.n. sup a 72 ) moderata dispermia.

Si consiglia :
- GLUCOPHAGE unidie 750 mg cpr una compressa al dì durante il pranzo .

Che ne pensa?

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Che ipetinsulinismo va bene il resto fa acqua. È un ecodoppler scrotale visto spermiogramma ?
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#4] dopo  
Utente 487XXX

Si dottore ho fatto anche quelli... all ecodoppler scrotale non è risultato nulla.... allo spermiogramma è risultato oligoastenozoospermia e ho un ridotto volume dell eiaculo nonostante i giorni di astinenza....

1)secondo lei il mio iperinsulinismo è da trattare con metformina?

2)la metformina abbassando i livelli di androgeni può peggiorare il peyronie?

3)secondo lei il lieve deficit di testosterone è da trattare?

Grazie ancora per la sua disponibilità.

[#5] dopo  
Utente 487XXX

Dottore gentilmente potrebbe rispondere ?

[#6] dopo  
Utente 487XXX

Dottore per favore può dirmi solo se la metformina può peggiorare il peyronie ?
Grazie