Utente 205XXX
Un caro saluto a tutti i dottori di MEdicitalia, con un sentito ringraziamento per il prezioso servizio on-line che offrono.

Da diversi anni a questa parte, ogni 2, max 3 anni circa, effettuo una ecografia testicolare per monitorare il grado di varicocele (1° grado per fortuna) e una microcalcificazione della tunica albiginea che mi è stata riscontrata diversi anni fa. L'ultima ecografia da me fatta in tal senso risale a luiglio 2016. Oggi però, ne ho fatto un'altra, in quanto preoccupato per una "pallina" che qualche giorno fa ho avvertito tra a sacca scrotale destra e l'inguine: questo il referto.

"Didimo ed epididimo regolari per forma, volume, ed ecostruttura. Non lesioni focali valutabili con la metodica. Piccola immagine iperecogena con conoi d'ombra posteriore a livello della tunica albiginea del didimo di sinistra. A livello inguinale destro, in corrispondenza della tumefazione riferita dal paziente, ipoecogena, priva di vascolarizzazione al doppler, del diametro di massimo 5 mm. Varicocele di 1° grado a sinistra, nulla a destra. Assenza di Idrocele."

Il dottore andrologo che ha effettuato l'esame, ha attribuito questa formazione a un microtrauma (pelo incarnito forse) derivante dalla depilazione che effettuo, o meglio effettuavo (d'ora in poi ci penserò due volte) con la macchinetta. Mi ha detto che con molte probabilità scomparirà nel giro di 1/2 mesi. Solo se dovesse suppurarsi (pertanto mi ha detto di prestare attenzione a eventuali dolori/bruciori) va incisa per far drenare il pus.

Le domande che vorrei porvi sono due:

1) in primis la microcalcificazione testicolare (che questo dottore definisce immagine iperecogena) fino a tutti gli esami passati (da 9/10 anni a questa parte) era stata diagnosticata di 1,5 mm. non si parlava di cono d'ombra posteriore, mentre qui parla di un a immagine con cono d'ombra di 2/3 mm. Devo dedurre che si è ingrandita? o più verosimilmente una delle due diagnosi riguardo ai millimetri è errata?

2) infine, come è possibile che questa cisti scrotale possa scomparire da sola? ricordo di aver avuto per anni una cisti sacrococcigea, e solo l'intervento chirurgico di rimozione mi ha risolto il problema. Non che abbia tutta sta voglia di farmi "affettare" i testicoli, per metterci un po' di ironia, ahahahah, ma non sarebbe meglio intervenire chirurgicamente per rimuovere questa massa prima che possa infiammarsi? o in alternativa ci sono pomate che possano aiutarla a sciogliersi?

Ringraziandovi anticipatamente, colgo l'occasione per porgervi i miei più cordiali saluti!

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore

personalmente per una calcificazione albuginea testicolare che non si modifichi nel giro di mesi mi limiterei ad un controllo periodico 1-3 anni ?
l'altra formazione dovrebbe essere monitorata direttamente dal suo specialista che sicuramente avrà la possibilità di escludere patologie di rilievo
Non lavori troppo "di fantasia e di google"
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 205XXX

La ringrazio, caro Dott. Pozza, per la sua precisa risposta. L'andrologo che ha effettuato l'ecografia ha effettivamente da subito escluso patologie neoplastiche, su quello mi sento abbastanza tranquillo. Vorrei solo capire, se di cisti si tratta, come sia possibile che si assorba da sola senza richiedere un'asportazione chirurgica