Utente 426XXX
Buonasera gentili dottori,
Vi scrivo in quanto ho eseguito recentemente una ecografia monolaterale SX per accertamenti di lieve ginecomastia.
Riporto qui sotto il referto :

Assai lieve iperplasia del residuo ghiandolare mammario in assenza di lesioni focali sia di tipo solido che cistico.
Regolare il piano cutaneo.
Non evidenti linfoadenopatie al cavo ascellare.

Vorrei cortesemente sapere se questa “assai lieve iperplasia” puó regredire spontaneamente oppure se è una proliferazione irreversibile del tessuto ..
Inoltre, se possibile, vorrei un vostro consiglio su come far regredire l’iperplasia..

Vi ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
la ecografia sembrerebbe escludere la presenza di patologie "gravi" della ghiandola mammaria. Se si sente "disturbato" dalla evidenza della ginecomastia dovrebbe consultare un chirurgi per una soluzione chirurgica anche se si può vivere serenamente anche con delle mammelle lievemente evidenti
Eviti di fare attività ginnica forzata perchè svilupperebbe i muscoli pettorali con maggiore evidenza delle ghiandole mammarie
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org