Utente 485XXX
Salve , sono un ragazzo di 20 anni ed ho un problema che mi tormenta da anni.
Sono ormai quasi 4 anni che ho notato una macchia scura sulla pelle del glande che in erezione quasi scompare , non mi sembra un neo perchè il colore non è propio marrone , ma piu un nero sbiadito , simile ad un livido. Inoltre in caso di masturbazione al di sopra della macchia si forma una specie di patina bianca , tipo secchezza. Non ho dolore e da quel che ricordo è un pò piu grande di 4 anni fa ma non esageratamente.
Inizialmente non gli diedi peso perchè pensavo sparisse da sola , ma andando a leggere su internet e informandomi mi sono preoccupato abbastanza. Non l'ha mai vista nessuno perchè mi vergogno molto a dirlo.
Non ho mai avuto rapporti sessuali , ho la fimosi (e non ancora sono stato circonciso) ed oltre questa macchia ho notato che scoprendo il glande sulla pelle interna ci sono piccoli puntini bianchi (che con il tempo sono aumentati) ed anche una specie di patina bianca/giallastra che ricopre la punta del pene (penso si tratti di smegma).
Vorrei sapere se devo preoccuparmi seriamente (melanoma-tumore ecc) o se posso stare abbastanza tranquillo.
La visità dal dermatologo/andrologo la farò appena troverò un po di coraggio.
Inoltre da qualche mese ho notato che mi sono comparse due macchie simili a quella sulla caviglia sinistra ed anche piccole palline che non fanno male e sono mobili nell'inguine , sia a destra che a sinistra.


Questa è un immagine della macchia di cui vi parlavo (ho censurato il piu possibile)

http://i68.tinypic.com/adc1eb.jpg

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

ho visto che già i colleghi dermatologi le hanno dato alcune risposte mirate ora, via tutte le paure ed ansie inutili, bisogna infine sentire in diretta e fare una visita sia dermatologica che andro-urologica.

Detto questo si ricordi comunque che sempre le visite mediche specialistiche dirette rappresentano il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, se necessarie, un’indicazione terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 485XXX

Grazie mille per la veloce risposta dottore , si in effetti non è la prima volta che scrivo di questo problema , però negli altri post non ho piu ricevuto risposte quindi volevo ulteriori indicazioni.
Volevo sapere se dato che sono ormai tanti anni che ho questa cosa è possibile lo stesso che sia qualcosa di grave o se potrebbe anche essere una stupidaggine.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

l'immagine inviataci, come spesso successe purtroppo, è poco precisa e quindi impossibile tranquillizzarla al 100% anche se la sua storia clinica ci direbbe di non drammatizzare troppo ma, detto questo, rimane sempre l'indicazione a "sentire in diretta e fare una visita sia dermatologica che andrò-urologica".

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com