Utente 427XXX
Salve dottori,

non ho avuto mai problemi con i testicoli (a parte un lieve varicocele), e non mi sono mai trovato in una situazione del genere prima...

In pratica, da qualche giorno capita che, quando mi trovo a muovere il pene (anche per esempio se faccio il bidet) e capita che spingo all’indietro spostando involontariamente il testicolo indietro, è capitato che in pratica il testicolo sinistro (solo quello sinistro) è uscito dallo scroto ed è risalito verso l’inguine, e intanto lo scroto si è ritirato verso l’alto.
Non ho sentito dolore, ma non vedendo più il testicolo mi sono spaventato a morte, lo cercavo e non lo trovavo, finché non ho premuto sopra l’inguine ed il testicolo è scivolato di nuovo nella sacca scrotale.
Vi giuro mi sono venuti i brividi, mai successa prima una cosa del genere, non fa male però fa “senso” e la cosa mi disturba profondamente.
Ho letto in giro di eccessiva mobilità testicolare, interventi chirurgici ecc... e mi sono preoccupato ancora di più.
È da un mese che mi succede, e in totale mi è successo 3/4 volte.

Potete dirmi chiaramente cos’è questa cosa, quali problemi può portare e come si può risolvere (poi ovviamente per approfondire andrò da un urologo)?
Grazie mille!!

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

purtroppo, da questa postazione, poco le possiamo dire di mirato e preciso.

Per meglio capire la sua attuale situazione anatomica e ricevere le corrette ed eventuali indicazioni terapeutiche bene ora sentire, senza perdere altro tempo in internet, un bravo andrologo od urologo con chiare competenze andrologiche.

Nel frattempo, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su eventuali problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 427XXX

Ok grazie, chiederò la settimana prossima al mio urologo.
Ma intanto potrebbe dirmi soltanto se POTREBBE essere qualcosa di grave o comunque rilevante?
Oppure se è un quadro tutto sommato trascurabile?
Grazie ancora!

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Da quello che ci racconta forse si può pensare ad un testicolo mobile migrante; bene ora sentire in diretta il suo urologo od andrologo.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 427XXX

Rieccomi dottore, sono andato dall’urologo, e volevo solo chiedervi se confermate quello che ha detto (altrimenti se non siete d’accordo su qualcosa esprimete tranquillamente anche il vostro parere).

In pratica il dottore all’esame visivo/tattile ha constatato che i testicoli sono di dimensioni normali e sovrapponibili, e non presentano problemi. Poi ha provato a spingere il testicolo sinistro e, con un po’ di fatica, è riuscito a farlo uscire fuori dallo scroto, per poi ripiombare dentro (in ogni caso, mi è sembrato che comunque non sia così semplice farlo uscire, ci vuole un bel po’ di spinta nel punto giusto).
Mi ha confermato che presento questa ipermobilità testicolare, e che l’unico modo per risolverla è un intervento chirurgico.
Inoltre, mi ha detto che non ho avuto nessuna torsione in quanto se l’avessi avuta avrei sentito un dolore immenso (e io non ho mai provato dolore).

Va aggiunto che comunque, qualche volta durante la giornata, mi tira leggermente il testicolo sinistro, e mi da un po’ fastidio seppur non sia nulla di doloroso. Lui mi ha detto che potrebbe essere semplicemente una conseguenza dello spostamento del testicolo, nulla di che (confermate? Quindi non devo preoccuparmi di questo fastidio?).

Alla fine, mi ha detto che per il momento non farebbe niente in quanto è una cosa banale, se per caso questi sforamenti dallo scroto dovessero continuare in modo costante, allora dovrei operarmi.

Cosa importantissima, ho chiesto se ci fossero problemi dal punto di vista sessuale, e lui ha detto di non preoccuparmi e che posso fare sesso tranquillamente (confermate?).
Grazie mille per avermi “guidato” su questo problema, mi avete tranquillizzato! :)

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

tutte le osservazioni, fatte dal suo urologo, sono condivisibili.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com