Utente 433XXX
Salve Dottori,
il mio problema è il seguente. A seguito di un lichen planus su glande e prepuzio, quest'ultimo sembra essersi ristretto. Riesco a scorrerlo abbastanza agevolmente, ma:
1. Resta costantemente il segno del prepuzio sul glande ( segno circolare) e il glande risulta essere spessissimo secco.
2. Vi è come un anello fimotico che però non causa fastidi, anche se non ho ancora avuto rapporti sessuali in questa nuova situazione anatomica.
Vi dico anche che le infiammazioni non sono finite, anche se non più in forma di papule da lichen planus ma con arrossamenti improvvisi del glande e/o del prepuzio, sempre successivi a ingestione di alimenti, cosa che mi convince della correlazione diretta.
Non chiedo diagnosi o simili, ma pareri:
1. È possibile che con un po' di ginnastica la pelle del prepuzio torni alle condizioni originali, o devo ritenere come ormai irreversibile la situazione, e quindi valutare opzioni chirurgiche?
2.È possibile utilizzare creme naturali, per esempio un puro olio di mandorle, per aiutare il prepuzio ad elasticizzarsi? Grazie per il tempo che vorrete concedermi. Un saluto.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

per darle pareri clinici mirati bisogna arrivare ad una precisa diagnosi e questa può essere fatta solo dopo attenta e diretta valutazione clinica.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 433XXX

Gentile Dottore, grazie per la risposta. Le mie non sono deduzioni ma diagnosi ricavate da numerose visite. Le elenco: 3 diversi dermatologi, due andrologi, 2 urologi, un omeopata. Spese complessive elevate e risoluzione dei problemi zero. Chi scrive qui lo fa spesso perchè è disperato, non per puro piacere. Questo almeno è il mio caso. Vogliamo pareri, non indicazioni sul dover andare a visita, questo lo sappiamo già. Perché non me ne dà uno? Se non è possibile averne, allora non vedo neanche l'utilità di questo sito. Una buona giornata

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

l'utilità e le ragioni di questo sito le trova tratteggiate nelle sue linee guida che le consiglio di leggere attentamente; da questa postazione purtroppo, per diverse ragioni, non è possibile fare diagnosi e dare indicazioni diagnostiche e terapeutiche specifiche anche perché sarebbe non corretto e soprattutto pericoloso per gli utenti che vi scrivono.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com