Utente 498XXX
Buongiorno.

Dovrei farmi operare perché ho il frenulo un po' corto, ma non tanto. Il chirurgo ha proposto una frenulotomia, ma visto che il frenulo non è poi così breve e che preferirei tenerlo, mi chiedevo se fosse possibile allungare chirurgicamente il frenulo anziché eliminarlo del tutto. Per questo vorrei chiedere se laddove è possibile fare una frenulotomia di solito sia anche fare un allungamento del frenulo.
A preoccuparmi, inoltre, è l'incidenza che l'intervento possa avere riguardo la percezione del piacere sessuale: eliminare il frenulo rende l'orgasmo meno intenso? Il semplice allungamento del frenulo può garantire di perdere meno sensibilità rispetto a quella che perderei in seguito a una frenulotomia?

Distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

la questione è mal postini quanto per allungare un frenulo bisogna, in primis, fare una frenulectomia; certo rimangono poi potenzialmente tutte le questioni e i problemi post-chirurgici, da lei riferiti.

Risenta ora il suo urologo di riferimento e si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 498XXX

La ringrazio per la risposta, dottore. Ora ho le idee più chiare.

Cordiali saluti

[#3] dopo  
Utente 498XXX

Mi scusi, ho solo un'altra domanda: la perdita di sensibilità di cui si diceva precedentemente, di solito, è notevole?
Cordiali saluti.

[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Molto variabile da caso a caso; in alcuni casi, ad esempio, non si ha alcuna perdita di sensibilità.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#5] dopo  
Utente 498XXX

La ringrazio per la risposta.

Cordiali saluti.