Utente 549XXX
Buongiorno Dottori,

Scusate il disturbo. Vi scrivo perché da circa 2 settimane avverto bruciore, infiammazione e una lieve ipoestesia persistenti alla parte sinistra sopra la base del pene!
Ho avvertito questo dolore durante una manovra sbagliata che ho scelleratamente praticato per 3/4 giorni per pochi minuti a giorno.
Avevo letto della possibilità di allungare il pene e ho pensato male di stirarlo verso il basso in maniera abbastanza energica! Appena sentita questa puntura e questo dolore chiaramente ho interrotto immediatamente! I primi 2/3 giorni sentivo anche un leggero rigonfiamento e bruciore! L’ho lasciato a riposo per 4/5 giorni e pensavo che la cosa fosse sostanzialmente rientrata! Ieri invece ho sentito nuovamente una sensazione di bruciore, infiammazione e minore sensibilità. Anche l’erezione mi è sembrata meno potente e come se si reggesse prevalentemente sulla parte destra del pene. Oggi per esempio avverto un po’ di bruciore e formicolio alla parte del pube e dell’inguine. È possibile che abbia lesionato i nervi del pene?
E se si, immaginando che la lesione eventuale sia di piccola entità, è possibile che si rimargini?
Vi ringrazio in anticipo per la vostra disponibilità e competenza!

Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Enrico Conti

40% attività
20% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
LA SPEZIA (SP)
SARZANA (SP)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Sembra che Lei abbia utilizzato tecniche di Jelquing, esercizi mirati all'allungamento del pene, praticati storicamente nei paesi arabi e ultimamente entrati a far parte del bagaglio del "fai da te" internettistico sull'allungamento dell'organo maschile.
Detto in sintesi: non c'è evidenza che questi esercizi o tecniche (che dir si voglia) provochino un aumento delle dimensioni mentre i pronto soccorsi accolgono sempre più pazienti con ecchimosi del pene, edemi (gonfiori), alterazioni della sensibilità e più raramente lesioni dell'uretra o del prepuzio. Non credo che le Sue problematiche saranno permanenti ma Le consiglio di abbandonare del tutto le pratiche di cui sopra. Cordiali saluti
Dr. Enrico Conti
Specialista in Urologia e Andrologia
Primario Urologo ASL 5 Spezzino