Utente 332XXX
Buonasera,
ho 31 anni, il mio quadro e' il seguente
- da sempre con eiaculazione precoce leggermente peggiorata negli anni (da visita non ho frenulo corto o altre patologie che possono causarla)... Da 5 anni uso emla al bisogno sotto consiglio medico e riesco ad avere rapporti soddisfacenti sulla durata
- 3 anni fa ho iniziato ad avere problemi di erezione, minzione un po piu frequente e leggermente bruciore punta del pene.
faccio cura di levoxacin e piano piano torna tutto alla normalita.
Purtroppo da allora, con distanza di 7-8 mesi, mi ricapita che tornano problemi di erezione e un altra volta mi viene ridiagnostica prostatite batterica anche in quel momento curata.

- Nell ultimo dopo un po di mesi di nessun problema mi ricapita dei problemi di erezione.
A settembre 2019 Faccio gli esami del tampone e urinocultura e non viene trovato nessun battere ma mi viene trovata la prostata ingrossata: prostata di dimensioni modicamente aumentate (endorettale = mm 44 x 50 x 33).
Lieve incremento del flusso vascolare centroghiandolare al color-doppler, vescicole seminali congeste.
Il medico mi segna 10 giorni di cefixolar e spedra la bisogno perche ho perso un po di fiducia e mi sono nate un po di ansie da prestazione.


Arrivamo al dunque e al mio stato attuale.
Dopo mesi ho rifatto l eco e le attuali dimensioni della mia prostata sono 41 x 26 x 38 senza altre noti negative e urinocultura non ha rilevato nulla.
Attualmente ho ancora problemi di erezione; il dottore mi ha tranquillizzato dicendo che la prostata e' migliorata rispetto all esame di settembre (a settembre era 44 x 50 x 33).
Pertanto mi ha detto di continuare con la vita sana e di fare 2 mesi di 5mg di cialis al giorno, con 10 mg se invece prevedo di fare sesso quel giorno.
Questo per aiutare la mia prostata e anche per aiutarmi psicologicamente ad avere un po di successi sessuali che mi possano aiutare a riprendere fiducia.
Le mie domande sono
1) 41 x 26 x 38 e' da considerarsi accettabile come dimensioni prostata?

2) che ne pensate sulla mia situazione?
utilizzate cialis nei casi simili al mio?
aiuta davvero a sfiammare?

3) sono un po fifone... può darmi fastidio al cuore o ad altro la dose di 5mg al giorno con due eccezioni a settimana che faccio uso di 10mg?
non ho problemi noti di cuore o altre patologie gravi
4) aime tutti questi problemi mi hanno fatto perdere un po di fiducia e un po di ansia a letto mi sale se il mio pene non lo sento attivo.
Pensavo di aiutarmi con alcune gocce di en per l ansia da prestazione; le gocce me l ha segnate il dottore per un ansia non legata al sesso che sopratutto in passato mi ha fatto capitare alcuni episodi di attacco di panico

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non si pasticci e segua, senza inutili ansie e paure, tutte le indicazioni ricevute dal suo andrologo in diretta.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente, quando è possibile, anche una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 332XXX

mi conferma pero che non e' dannoso e fattibile seguire cialis per due mesi 5mg ? ha davvero effetto sfiammatorio ? il giorno che prendo 10 mg puo darmi noia?