Utente
Buongiorno,

cerco di spiegare brevemente la mia situazione sperando che qualche dottore voglia darmi il suo parere.


Ho 32 anni, da 11 anni ho rapporti con la stessa donna, da circa 4 soffro di eiaculazione precoce severa (in passato essa si verificava solo dopo lungo tempo di astinenza, quasi mai in periodi di sesso regolare).
Sono stato visitato da un paio di andrologi i quali non hanno riscontrato problemi organici (dopo ecografia e vista esami sangue) ; entrambi hanno asserito che spesso per paura di perdere erezione (non so dire se sia effettivamente meno forte del passato) l'uomo tende "inconsciamente" ad eiaculare prima ragion per cui mi hanno prescritto cialis "once a day".
Con farmaco situazione migliorata poichè non necessito quasi di nessuna stimolazione per raggiungere erezione di conseguenza eiaculazione prolungata di molto (rapporti totalmente meccanici e privi quasi di passione).


Smesso il farmaco ovviamente la situazione si è ripresentata.
Ho eiaculazione precoce ante porta sia dopo lunga astinenza sia dopo un rapporto che ne segue un altro a distanza di 24 ore (mai successo in passato).
Rapporti ogni giorno per me è impossibile averne, il mio desiderio non è cosi alto (cosa che invece era possibile con cialis visto che per l'appunto erezione era automatica).


L'eiaculazione precoce sopraggiunge anche durante masturbazione, in pratica appena il pene è eretto al suo livello massimo, lo stimolo eiaculatorio è troppo forte (per questa ragione mi rifiuto totalmente di iniziare una psicoterapia, è troppo forte in me la convinzione che ci sia qualcosa di organico prima che di psicologico).
 

Possibile che escluse prostatiti, uretriti etc etc non possa esserci un altra causa organica per ep?
Possibile che io per qualche motivo non abbia più il controllo delle contrazioni di varia natura dalla quale scaturisce eiaculazione?




Spero in un vostro aiuto, sono abbastanza disperato e non vorrei prendere cialis a vita

Grazie

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

se escluso un problema organico sempre bene sentire in diretta anche un esperto psicologo comunque se dubbi sulla diagnosi fatta, a nessuno si nega una terza valutazione di controllo.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/news/andrologia/6691-eiaculazione-precoce-fattori-scatenanti.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html

ed ancora mi ascolti a questo link:

https://www.medicitalia.it/public/video/pillole-salute/37-eiaculazione-precoce-beretta-27-02-14.mp3

Altri suggerimenti infine li può trovare anche sul mio libro: Disfunzioni sessuali maschili. Guida alla scoperta delle cause e delle terapie , Edizioni del Cerro - Pisa.

https://www.unilibro.it/libro/beretta-giovanni/disfunzioni-sessuali-maschili-guida-scoperta-cause-terapie/872551

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore,

grazie mille per la sua risposta e per il materiale allegato che comunque avevo già letto.
La mia domanda è proprio questa e si ricollega alla prima riga della sua risposta "se escluso un problema organico" etc .. ecco, come si fa ad escludere una causa organica di questo disturbo o simili come per esempio DE ?
Nei testi che mi ha allegato viene fatto riferimento a molte cause, fra cui quelle neurologiche, genetiche, di impulsi nervosi .. tutte questioni - a mio avviso - estremamente delicate e di difficile comprensione con una visita normale.

Può bastare leggere degli esami del sangue, palpare gli organi esterni e/o prostata, assicurarsi che il soggetto non fumi e non beva (no diabete, no colesterolo) per poter dire che non ci sono al cento per cento cause organiche?
Io sono molto perplesso.

come non bastasse aggiungo che mi è stato diagnosticato Ipogonadismo subclinico con livelli di testosterone al momento nella media ma con FSH ed LH alti (ovvia azoospermia secretoria). Secondo il dottore tali valori ormonali non influiscono - al momento - su disfunzioni sessuali sopra citate.

Grazie di nuovo
Saluti

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se letti gli articoli indicati la mia risposta è ovvia, bene consultare eventualmente in diretta un esperto andrologo con chiare competenze sessuologiche.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/