Utente 753XXX
Salve,
volevo chiedere quale tipo di anestesia si doveva fare (totale -del quale io ho un estrema paura-, parziale, spinale, locale) per operare una piccola cisti pilonidale vicino all'osso sacro e per la cataratta...

Spero in una vostra gentile risposta
Distinti Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Claudio Bernardi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
SALERNO (SA)
MIRABELLA ECLANO (AV)
RIMINI (RN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Una piccolaa cisti pilonidale si opera generalmente in anestesia locale con una leggera sedazione anestesiologica. Per casi maggiori, si preferisce l'anestesia generale.
Distinti saluti
Dott. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
http://www.claudiobernardi.it
Dr. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
www.claudiobernardi.it - www.lachirurgiaplastica.net

[#2] dopo  
Utente 753XXX

Quindi per la cataratta agli occhi la totale?

[#3] dopo  
Dr. Claudio Bernardi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
SALERNO (SA)
MIRABELLA ECLANO (AV)
RIMINI (RN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Le risponderà un oculista al più presto.
Dr. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
www.claudiobernardi.it - www.lachirurgiaplastica.net

[#4] dopo  
Utente 753XXX

Grazie

[#5] dopo  
Utente 753XXX

Che anestesia bisogna fare per l'operazione alla cataratta agli occhi? La totale?

[#6] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Caro Utente,
andrò per ordine:
la cisti pilonidale può sicuramente essere fatta in anestesia locale magari con una buona premedicazione con benzodiazepine. Se necessario si può potenziare l'analgesia con fentanile (oppioide) in vena.
Se la cisti non è piccola e potenzialmente l'intervento è indaginoso (ampio margine di taglio, profondità ecc.) Le consiglierei vivamente (anche per esperienza personale!) se non vi sono controindicazioni di eseguire una anestesia sub aracnoidea.
Le da il vantaggio di avere una anestesia perfetta senza sentire alcunchè durante l'intervento, un'ottima copertura antalgica nell'immediato postoperatorio senza ricorrere subito ad analgesici in vena, si risparmia una obbligatoria intubazione se fa la AG considerando che verrà messo poi prono sul letto operatorio.

Per la cataratta l'intervento di "Facoemulsificazione e impianto lente" attualmente può essere eseguito in anestesia locale dall'Oculista senza neanche che vi sia un Anestesista con lei. In alternativa può esse fatta con uno specifico blocco oculare consistente in due piccole punture con anestetico locale alla base e al di sopra del bulbo oculare (assolutamente non rischiose). Ma questa tecnica è poco usata.
saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#7] dopo  
Utente 753XXX

La ringrazio Dottore.
Lei per anestesia sub aracnoidea intende la Spinale?
Me ne hanno gia parlato anche degli amici ma è dolorosa Dottore?

[#8] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si certo, intendo proprio quello.
Attualmente si utilizzano degli aghi che hanno un diametro simile a quello di un capello. Non è affatto dolorosa. Sicuramente meno che fare un prelievo di sangue da una vena del braccio....! Penso che i suoi amici devono avergliene parlato, se l'hanno provata.
A risentirci
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#9] dopo  
Utente 753XXX

Magnifico!
Grazie mille dottore mi ha tiratu su di morale.

Buona Serata.
Grazie