Utente 497XXX
Buonasera
Prima di iniziare , chiedo scusa se uso termini poco appropriat, spero di farmi capire più che posso.
Mia madre è stata operata lunedì mattina di Gastrectomia parziale successivamente messa in terapia intensiva per essere monitorata. Siamo a venerdì ma mia madre ancora non è sveglia. Dopo due giorni le è stato somministrato del flumazenil per vedere se rispondeva ed escludere problemi a livello centrale, ed ha risposto più che bene alle nostre domande con apertura e chiusura occhi, uscita di lingua e altri piccoli segnali. Svanito l effetto però si è ritornati indietro. È una cosa normale? Sono da escludere problemi gravi all encefalo, dicono i dottori, ma ancora nessuna risonanza è stata fatta . Cosa potrebbe essere successo? si sono dati un tempo fino a domenica dopo faranno risonanza. Grazie anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Buonasera. Le do una risposta da perito tecnico: le due cose (RMN e Flumazenil) non stanno insieme. Ne primo caso si sospetta una lesione a carico del sistema nervoso centrale e la si vuole ricercare con l'indagine radiologica. Nel secondo caso si è somministrata una benzodiazepina per sedazione e col Flumazenil si è voluto vedere se il dosaggio è ancora tale da condizionare uno stato narcosi oppure si è andati per tentativi non sapendo esattamente ciò che sta succedendo.
Il fatto che con il Flumazenil si sia "svegliata" e sia cosciente e a fine effetto ricade in narcosi ha solo un significato: c'è un accumulo di farmaco sedativo.
Dr. GUIDO GUASTI

[#2] dopo  
Utente 497XXX

Si ma sono passati 4 giorni è normale?i dottori escludono emorragia , ischemia o altro tipo di problema grave , fatto sta che non si sveglia,? Secondo lei deve solo
Smaltire il farmaco??grazie ancora della risposta dottore

[#3] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Da quello che mi ha esposto penso sia così.
Perché si sveglia con un farmaco antagonista. Se ci fosse un danno cerebrale il Flumazenil non avrebbe effetto.
Dr. GUIDO GUASTI

[#4] dopo  
Utente 497XXX

Buongiorno dottore, hanno fatto risonanza e sono state riscontrate die piccole aree di sofferenza ischemica
simmetriche,Temporale destro e paretiotemporale sinistro. Cosa pensare?sono distrutto

[#5] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Le credo. Comunque visto sono piccole aree non dovrebbero dare reliquati importanti anche se in sede temporale. Le aree interessate di solito sono deputate ai ricordi per cui non dovrebbe avere, se non in fase iniziale, disturbi motori o del linguaggio. Le lesioni in acuto non sono rilevabili con una RMN standard per cui, visto che è passato del tempo, le dobbiamo considerare già stabilizzate. Da questo momento le fasi da percorrere sono: estubazione (se non respira già da sola) recupero funzionale (fisioterapia) e se necessario, ma non credo, logopedia. Aspettiamo
Dr. GUIDO GUASTI

[#6] dopo  
Utente 497XXX

Buonasera
Dottore venerdì dopo più di 10 giorni di intubazjone è stata fatta tracheotomia, mia madre risponde bene a tutto , muove bene gli arti , il valore di peep Support è a 15 ma è partito da 17, hanno fatto tac (penso all addome poiché ha avuto un intervento di gastrectomia parziale) e dicono che procede tutto bene, hanno frenato un altro po di liquido, e aimè si sono scuciti 3-4 punti della ferita, e si è creato un po’ di pus esterno. La mia domanda è questo peep così alto diminuirà? I medici sono molto trq ma io no, quando potrà parlare e liberarsi di questa tracheotomia? Grazie anticipatamente e buona serata

[#7] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Buonasera a Lei. Mi sembra che le cose volgano al meglio. Un valore di pressure support di 15 non è alto. Intorno a 10 si può pensare di passare al respiro spontaneo non assistito. La tracheo aiuterà mamma a tornare ad uno stato di autonomia più veloce. Potrà essere chiusa presto anche se quanto presto è prematuro dire.
Se l’infezione alla ferita non darà problemi e le raccolte cessano penso non ci saranno problemi ad una ripresa totale in tempi brevi.
Restiamo in contatto
Dr. GUIDO GUASTI

[#8] dopo  
Utente 497XXX

Buonasera dottore ieri è andato mio padre ed ha trovato mia madre in poltrona ovviamente sempre con tutto collegato, hanno aggiunto un altro drenaggio quindi siamo a 2 , perché il primo non drenava invece io secondo si, e a detta dei dottori, è stato drenato un liquido pulito con zero infezioni.riguardo L apertura della ferita loro sospettano che sia ceduto qualcosa all interno, infatti hanno fatto tac ma non hanno riscontrato nulla, fatto altri esami zero, però sospettano problemi alla anastomosi biliare , sentono dicono dellapuzza, e quindi non escludono un nuovo intervento che sinceramente non so di che entità.riguardl il respiro il dottore ha detto che mia madre ha un recupero lento, e ci vorrà tempo ma non so a quanto tempo si riferisce . Grazie anticipatamente

[#9] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Buonasera. Ora il problema respiro è l’ultimo dei problemi. Se è saltata l’anastomosi con la via biliare davvero il problema è serio per due ragioni: la bile non è sterile e crea peritonite chimica. In entrambi i casi la prognosi è grave. Un secondo intervento temo sarà da fare ma la stoffa si assottiglia. Comunque vediamo che decidono poi si rifarà il punto della situazione. Un eventuale consulente esterno potrà chiarire la situazione, se credete possa essere utile o nn vi convince la chiarezza del quadro, dopo che avranno deciso il percorso da seguire.
Dr. GUIDO GUASTI

[#10] dopo  
Utente 497XXX

Buongiorno
Oggi parlerò con i dottori, ma non mi spiego come mai dopo 14 giorni sia spuntato questo problema. Sabato avevano fatto gastroscopia ed avevano visto che era tutto ok , anzi i medici erano molto positivi poi domenica spunta questo problema dei punti infatti notavo del pus esterno, ed hanno fatto tac, ed hanno detto tutto ok. Ma ieri hanno ipotizzato questo problema della bile. Ma esiste un esame che con certezza dia conferma?comunque la ringrazio sempre

[#11] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Buongiorno a Lei. In effetti la diagnostica serve per individuare i problemi che ci sono. Il fatto che si sospetti una complicanza così grave a fronte di una tac negativa è davvero strano. Forse un’indagine mirata sulle vie biliari potrebbe essere chiarificatrice. I medici certamente avranno una loro via di condotta. Si faccia spiegare bene.
Buona giornata
Dr. GUIDO GUASTI

[#12] dopo  
Utente 497XXX

Il 31 maggio quando andò in pronto soccorso dopo vari esami gli sono stati riscontrati dei piccoli calcoli alla colecisti, potrebbero indicare qualcosa? Magari riferisco ai dottori anche se penso abbiano già visto. Mi scusi ma la parola grave mi fa venire L ansia

[#13] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Il problema non sono i calcoli. Nel caso della mamma la via biliare affetta direttamente in un piede d’ansa intestinale. Comunque al di là dell’aspetto tecnico, una lesione biliare è sempre un problema importante.
Dr. GUIDO GUASTI

[#14] dopo  
Utente 497XXX

Buonasera dottore ho incontrato sia mia madre che la dott.ssa. Mia madre molto sveglia reagiva molto bene ha voluto pure scrivere alcune cose. Peep support a 12. Riguardo la ferita drenava qualcosa. Parlando con la dottoressa mi ha detto che si va riprendendo mentre per la feritapensano sia una ferita esterna , ma non escludono un problema alle vie biliari, ma al momento dice non c è nulla o non hanno riscontrato nulla . Grazie sempre

[#15] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Bene. Allora forse era un falso allarme. Meglio così. Speriamo tutto proceda per il meglio.
Tanti auguri
Dr. GUIDO GUASTI