Utente 508XXX
Buongiorno Dottori ho 23 anni e dovrò essere sottoposto a intervento per fissaggio testicolare e possibile varicocele (questo dipende dall'esito dello spermiogramma). Questa mattina ho effettuato il prericovero e il colloquio con l'anestesista mi ha dato più dubbi che certezze in particolar modo lui ritiene che essendo portatore di cisti subaracnoidea di 9 cm (asintomatica) debba preferire un'anestesia totale con intubazione respiratoria piuttosto che l'anestesia spinale perchè quest'ultima aumenta la pressione intracranica, l' intervento durerà un'oretta e sarò ricoverato per una notte. Siete d'accordo con queste decisioni? Vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Dario Giugni

20% attività
4% attualità
12% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
il collega che ha eseguito la visita anestesiologica le ha dato informazioni corrette. Le patologie espansive intracraniche sono classiche controindicazioni all'anestesia neuroassiale (e quindi anche spinale).
Mettendo sulla bilancia rischi e benefici delle diverse tecniche anestesiologiche, il medico ha correttamente indicato un'anestesia generale.

Cordiali saluti,
Dott. Dario Giugni

[#2] dopo  
Utente 508XXX

Buongiorno Dottore inanzitutto grazie per la sua risposta nel frattempo sono stato dal neurochirurgo il quale ha consigliato un eeg prima di operarmi ed il referto è: esame obbiettivo ai limiti. Anche lui comunque dice di fare la totale ma non mi ha spiegato nulla e soprattutto a quali rischi vado in contro, con la totale c'è il rischio che si buchi la ciste? Quali conseguenza comporta? Sto arrivando al punto di decidere di non operarmi piu in quanto non ho rassicurazioni da nessuno ma solo grossi dubbi, vi ringrazio almeno a voi!

[#3] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
16% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2017
Buonasera.
Concordo pienamente con i Colleghi che le hanno consigliato un'anestesia generale.
L'anestesia spinale è controindicata per il semplice fatto che la minima deliquorazione che avviene al momento della puntura della membrana subaracnoidea e la successiva iniezione di almeno 1,5 - 2 ml di anestetico locale potrebbero alterare l'equilibrio pressorio del suo sistema ventricolare cerebrale e determinare un possibile impegno delle tonsille cerebellari contro il midollo allungato con conseguente possibile grave danno cerebrale.
L'eventuale rottura della cisti nel sistema ventricolare di solito non determina eventi infausti, anche se in effetti la sua è di dimensioni cospicue (tutto ciò però è solo ed esclusivamente di pertinenza neurochirurgia).
Per tornare a noi si faccia operare come consigliato con l'anestesia generale. L'anestesia generale non interferisce in modo diretto con la pressione liquorale.
Spero di aver fatto chiarezza, ma soprattutto di averla aiutata a capire che l'anestesia generale è la più corretta nel suo caso.
Mi faccia sapere
Dr. GUIDO GUASTI

[#4] dopo  
Utente 508XXX

Grazie infinite dottore per la gentilezza e la professionalità, ma l'anestesia totale porta qualche rischio alla ciste?

[#5] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
16% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2017
Buonasera
come le ho già scritto l'anestesia generale non interessa il sistema liquore se non in modo indiretto attraverso gli sbalzi pressori; che peraltro può avere anche nella conduzione della vita quotidiana (es. facendo sforzi, facendo sport, anche semplicemente andando al bagno, ecc).
Direi quindi che l'anestesia generale non la espone ad un rischio aggiuntivo.
Faccia l'intervento e stia tranquillo, visto anche il referto di esame obiettivo nella norma che le ha rilasciato il neurochirurgo.
Dr. GUIDO GUASTI