Ritardo di Conduzione Interventricolare Destro

Gentilissimo Dottore,

ad un controllo cardiaco con ECG mi è stato refertato:

Ritmo sinusale a 80 bpm.
Normale la conduzione A-V. Ritardo di conduzione interventricolare destro.
Asse elettrico equilibrato.
Assenza di franche anomalie della ripolarizzazione ventricolare.

Le sarei grato se mi potesse illustrare se è tutto ok, in considerazione del fatto che in precedenti ECG non avevo mai riscontrato il ritardo di conduzione.

Distinti saluti.
Grato per una Sua risposta.
[#1]
Dr. Fabio Fedi Cardiologo 2,9k 107
Il "ritardo di conduzione intraventricolare destro" è una anomalia rilevabile all'ECG che è quasi sempre priva di significato patologico, tanto che spesso non viene neanche riportata in diagnosi finale proprio per non alimentare ingiustificate preoccupazioni.
In ogni caso, è sempre meglio discutere "dal vivo" con un medico che abbia la possibilità di vedere il tracciato e sia a conoscenza della completa situazione clinica del paziente.
Cordiali saluti

Fabio Fedi, MD
Specialista Cardiologo

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie, Dott. Fedi, per la sua celere e gentile risposta.

Nel ringraziarla, volevo chiederle se avvertire a volte delle extrasistole, possa rappresentare un problema.

Con sensi di profonda stima.

Ad maiora!
[#3]
Dr. Fabio Fedi Cardiologo 2,9k 107
La percezione di alcune extrasistoli nel corso della giornata è evento frequentissimo in tutta la popolazione, e non rappresenta di per sè un evento patologico. Naturalmente però, la valutazione di qualunque evento aritmico va inquadrata dal medico che ha la possibilità di rapportarla direttamente alla situazione clinica di ogni singolo paziente.
Cordiali saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo Dott. Fedi, La ringrazio per la risposta.

Cordiali saluti!

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test