Utente
SALVE SONO UN RAGAZZO DI 35 ANNI MI è CAPITATO DURANTE IL SONNO DI AVERE IL BATTITO ACCELLERATO PUR NON ESSENDO AGITATO IL SINTOMO NON SI RIPETE SPESSO ANZI MA QUANDO è PRESENTE MI PORTA FASTIDIO COME SE AVESSI FATTO UNA PICCOLA CORSA VORREI SAPERE DA COSA PUO ESSERE CAUSATO DATO CHE MI SONO UN PO PREOCCUPATO ESSENDO CHE NELLA MIA FAMIGLIA SONO TUTTI CARDIOPATICI GRAZIE NICOLA.

[#1]  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la familiarità per cardiopatie è un fattore di rischio ma di certo non la fanno un soggetto cardiopatico. Se il fenomeno da lei riportato è ripetitivo sarà utile praticare un Holter ECG 24h e un prelievo venoso per la valutazione della funzionalità tiroidea, in caso di negatività effetui anche un test da sforzo.
Se ha dubbi, resto a sua disposizione.
Cordiali saluti
Dr. Vincenzo MARTINO

[#2] dopo  
Utente
GRAZIE Dr. Vincenzo FARO SICURAMENTE test da sforzo E MI RIVOLGERO ANCHE AL MIO MEDICO CURANTE VOLEVO SAPERE ANCHE SE QUESTI BATTITI COSI ACCELLERATI POSSANO DIPENDERE DA UN FATTORE DI STRESS?

[#3]  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile Nicola, sicuramente qualunque tipo di stress emotivo e/o fisico favorisce l'insorgere della tachicardia e/o le extrasistoli.
Dr. Vincenzo MARTINO

[#4] dopo  
Utente
GRAZIE DELLE RISPOSTE VOLEVO SAPERE UN'ULTIMA COSA LA tachicardia è UNA PATOLOGIA PREOCCUPANTE DOPO TUTTO OPPURE CI SI PUO CONVIVRE TTRANQUILLAMENTE SA ESSENDO UNA PERSONA EMOTIVA MI PREOCCUPO

[#5]  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Per definizione si parla di tachicardia un ritmo cardiaco superiore ai 100 battiti al minuto. E' una condizione fisiologica se transitoria o legata a particolari stati emotivi oppure patologica se legata a stati morbosi cardiaci o non. In tutti i casi se di lunga durata, va comunque trattata.
Cerchi perciò di stare tranquillo, perchè come le ho detto qualunque stato emotivo si riflette sull'attività cardiaca. Saluti
Dr. Vincenzo MARTINO