Utente
Buongiorno. Sono una ragazza di 44 anni in sovrappeso e con problemi di ansia, attacchi di panico e somatizzazioni. Ho sofferto saltuariamente di extrasistole sia quando ero ventenne..sia negli ultimi anni. Lo scorso anno visto che in primavera erano parecchio presenti ho effettuato una visita cardiologica all'OPA a Massa con ecocolordoppler cardiaco. Tutto nella norma. Negli ultimi mesi ho avuto problemi di reflusso e di gastrite che sto curando con la fitoterapia, e mi è successo due volte un evento che mi ha particolarmente allarmato. La prima volta è successo due mesi fa, ad una cena da amici (cena pesante con tordelli toscani) dove queste extrasistole si sono susseguite in numero consistente e ravvicinate tra loro, tanto da farmi spaventare..alzare in piedi..ho avuto anche un senso come di svenimento (non so se dovuto alle extrasistole o alla paura e quindi all'attacco di panico a seguire). Il tutto si è risolto con una tisana, diverse eruttazioni. Il secondo è avvenuto ieri sera dopo cena (avevo mangiato riso di verdura e una fetta di torta al cioccolato...sicuramente una cena più pesante del solito visto che sono a dieta sia per il reflusso e gastrite sia per perdere peso) quando mi sono sdraiata sul divano sul lato sinistro. Ho avuto queste extrasistole velocissime e ravvicinate...mi sono subito alzata seduta..ma non passavano...stessa sensazione della prima volta..il tutto è durato circa 10 secondi..ma interminabili..ho preso una tisana digestiva. Ho avuto veramente tante eruttazioni e tutto si è risolto. Ma stamani sono nel panico totale perchè non so effettivamente cosa può succedermi e soprattutto se si tratta di semplici extrasistole o di fibrillazione atriale. Avrei la necessità che qualcuno mi tranquillizzasse su cosa può accadermi se succede nuovamente...sto alimentando una fobia verso il cibo per la paura che mi risucceda e tutta questa ansia sicuramente non può che peggiorare la situazione. Pertanto avrei la necessità di capire approfonditamente cosa mi sta succedendo, se posso perdere conoscenza, se il mio cuore può subire dei danni ecc..Grazie infinite.

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Cara ragazza,
difficile desumere dalla sua anamnesi se Ella abbia avuto una salva di Extrasistoli o una F.A.P. di brevissima durata.
Io propenderei per la prima ipotesi, ma andrebbe "forografata" l'aritmia quando si verifica.
Inoltre sarebbe utile uno studio endoscopico dello stomaco per confermare il reflusso ( se ovviamente non l'ha già fatta ) e osservare una dieta meno pesante, oltre a curare il reflusso farmacologicamente.
Utilissimo un Holter ECG/24h che pertanto può programmare.
Si tranquillizzi comunque perchè non mi sembra che lei abbia nulla di grave.
Faccia sapere se vorrà.
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola