Utente 420XXX
Salve medici vorrei dei chiarimenti ed essere tranquillizzata , Sono una ragazza di 19 anni e per un concorso nella marina mi è stato scoperto tramite ecocardiogramma , L'aneurisma del setto interatriale ,, quindi poi non ho più fatto il concorso . Poi andando da un medico cardiologo che la mia famiglia conosce , ho rifatto questo ecocardiogramma però color doppler , dove lui confermava l'aneurisma del setto interatriale , dicendo che non c'erano passaggi di sangue e che potevo stare tranquilla a vita .... Poi io per essere sicura senza che il medico mi dicesse nula , io nel dubbio sono andata a fare un ecodoppler transcranico Dove è risultato che durante manova di Valsava si identifica passaggio massivo precoce (categoria 3) effetto doccia da atrio destro ad atrio sinistro con presenza di microbolle , in quanto mi hnn messo in vena acqua fisiologica e aria .. e questo medico non si era allarmato ma mi ha detto che devo essere seguita e magari più in la prendere un'aspirina ...In seguito io sono tornata dal medico che diceva di non aver visto nulla ec... arrivo da lui e subito mi fa allarmare dicedomi che devo chiuderlo ecc.. facendomi spaventare .. IO VORREI DEI CHIARIMENTI DA PARTE VOSTRA , SI TRATTA DI FORAME OVALE PERVIO? QUALI SONO I RISCHI? HO LETTO DI TANTE PERSONE CHE LO HANNO E NN SANNO DI AVERLO IO SINCERAMENTE HO PAURA A SOTTOPORMI A INTERVENTI E VISITE INVASIVE ... ANCORA CREDO DI ESSERE GIOVANE , HO FATTO DA SEMPRE SPORT KARATE, SEMPRE LETTROCARDIOGRAMMA PROVE DA SFORZO ECC... ORA SECONDO VOI.. VERAMENTE DEVO SOTTOPORMI A QUESTA CHIUSURA '?? HO PAURA

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
innanzitutto deve confermare una PFO con una ecocardiografia transesofagea.
nel frattempo è opportuni che assuma aspirina e che eviti sport come le immersioni con respiratore.
se la PFO fosse confermata conviene che lei programmi una chiusra di questa malformazione congenita per evitare complicanze temibili come le embolie paradosse.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza