Utente 424XXX
Buongiorno dottori, e grazie in anticipo per la vostra gentile risposta.

Vi scrivo in quanto la mia fidanzata, di età 26 anni, è da poco più di una settimana che avverte strani dolori che ci inducono ad essere ansiosi e agitati continuamente.

E' iniziato quando poco più di una settimana fa ha avvertito un dolore improvviso sul petto lato sx, come delle fitte intercostali non continuative, continuando nei giorni successivi ad accusare una lieve sensazione di pesantezza sul petto e un senso di difficoltà a respirare, quasi boccheggiare, come quando si sta a lungo al caldo in stanza chiusa (descritto da lei).

Ci siamo subito spaventati, io sono molto ansioso lei meno, e ci siamo recati come prima tappa presso una farmacia a Milano città per eseguire un ECG valutato da un medico a distanza tutto nella norma. (purtroppo era tardi e ogni studio medico era chiuso).

Il giorno successivo il medico di base ha riscontrato una lieve extrasistole e consigliato di eseguire l'esame dell'holter completato già qualche giorno fa in attesa di esito. Per stare più tranquilli, ci siamo recati (siccome la mia ragazza stava preoccupandosi più seriamente) presso l'Humanitas di Rozzano in pronto soccorso. La dottoressa dell'accettazione dell'ospedale dopo aver misurato la pressione e l'ossigeno, ha ritenuto non fare accertamenti e di stare tranquilli perchè può essere un po' di ansia (lei non ne ha mai sofferto). Non contenti, ci siamo recati in guardia medica che dopo l'ascolto del cuore, e altro non ha riscontrato nulla di anomalo.

Il giorno successivo ci siamo recati nuovamente presso la nostra dottoressa, la quale ha risentito il cuore e percepito un leggerissimo soffio e consigliato un ecocardio colordopler, senza urgenza.

Nel frattempo la sensazione di aria sembra attenuata, ma è subentrato da ieri un senso di indolenzimento al braccio dx e relativa gamba dx che ci sta molto facendo preoccupare. Non è pesantezza, mancanza di tatto o altro, ma solo un leggero senso di fastidio (come se si avesse preso dei pesi o attività fisica) ad entrambi gli arti contemporaneamente. Ieri ha preso una bustina di Oki senza però alcun effetto.

Ci stiamo seriamente preoccupando, non so se possa derivare dalla cervicale, dal cuore, o possa essere il presagio di qualcosa di più grave.

In attesa di un vostro confronto, mi scuso per la prolissità nel raccontare l'evento.
Grazie ancora,

Andrea

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Mi pare che la sua fidanzata abbia eseguito piu' esami di astronauta della NASA.
Il tipo dei dolori che lei descrive non hanno a che fare con il cuore.
Mi pare che una notevole componente ansiosa emerga da cio' che ha scritto

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 424XXX

Grazie dottore, ho letto spesso i suoi consulti ad altri utenti ed è sempre simpatico e fuori dalle righe! Nel ringraziarla, malattie neurologiche o altro secondo lei sono da escludere?

Grazie!

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Direi proprio di si.
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza