Utente cancellato
Sono una ragazza di 24 anni ed ho eseguito da poco una serie di controlli per aritmie, emicranie e dolori toracici di tipo costrittivo, dai quali è emerso che la causa di tutto ciò è il prolasso della valvola mitralica. Al termine dell'ECG sotto sforzo il cardiologo ha notato che la pressione e la frequenza cardiaca impiegavano un po' di tempo a scendere e tornare ai livelli normali e mi ha parlato di ipertonia, suggerendomi di controllare i valori della pressione nei momenti in cui si verficano le emicranie. Cosa si intende per ipertonia e c'è un collegamento con i sintomi dovuti alla sindrome da prolasso valvolare miralico (termine impiegato dal cardiologo durante l'ecocardiogramma)?

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Ipertonia è un termine inesatto, probabilmente ipertono simpatico il che non comporta ssolutamente niente e non ha niente a che fare con il prolasso mitralico

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza