Utente
Buongiorno. Stamattina per puro caso ho visto su un programma sportivo la storia di un ex calciatore colpito da un arresto cardiaco. Essendo un soggetto ansioso ho iniziato a farmi molte domande. Con Ecocardiogramma e Elettrocardiogramma apposto e senza soffrire di aritmie si puó stare tranquilli. Grazie e chiedo venia per la domanda

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Assolutamente no, altrimenti quei giocatori non sarebbero morti,
Comprenderà sicuramente che avranno eseguito tantissimo esamii tra i quali anche quei due.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottor Cecchini. Ma le possibilità sono un pó più bassine per chi è "sano"?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Se una persona ha patologie cardiache ovviamente ha maggior età possibilità di andare incontro ad una morte improvvisa,
Ma quello che la gente non vuole capire che anche un cuore sano può fermarsi in maniera imprevedibile.
Si chiama morte improvvisa proprio perché i ltevedibile, per definizione

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Ho letto anche che questo puó essere portato da un forte stress fisico? Cosa s'intende a quant'è misurato questo forte stress fisico?

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
No ha letto male.
Nel senso che la morte per fatica c era ai tempi degli egiziani che facevano lavorare gli schiavi, e forse purtroppo in qualche parte del mondo cio succede ancora.

Del resto se guarda i filmati dell’Emilia centinaia di atleti deceduti in gare , cio in accadeva mai durante il momento di corsa o di fatica....

Gli sforzi prolungati ed intensi nin fanno ad ogni modo bene ad alcun cuore.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente
Lei sostiene che un continuo movimento correndo un ora se non più al giorno accompagnata da camminate veloci il pomeriggio e la sera tutti i giorni per un mesetto e mezzo non sia cosi forte ?( imparagonabile alle vecchie fatiche che lei citava poco fá ) e quindi non posso influire anche dopo mesi?

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non vedo problemi a fare quella attivita che lei descrive. Ogni anno esegua un ecg sotto sforzo ed un ecocolordoppler cardiaco

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente
ci sono cause che possono favorire quest'evento? e qual'è la sintomatica? Grazie

[#9]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Di quale evento parla?
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#10] dopo  
Utente
Chiedo scusa...mi riferivo all'arresto improvviso.

[#11]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Beh i sintomi non ci sono, perché si muore in pochi secondi.
Per cio che concerne le cause ci possono essere cardiopatie organiche congenite oppure elettriche , ma anche cuori normalimppssono fermarsi

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#12] dopo  
Utente
Un cuore normale come lo definisce lei...quindi apposto senza anomalie o aritmie che fattori di rischio deve guardare a questo punto...fattori ereditari? E se non ha nemmeno fattori ereditari?

[#13]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La,familiarita per morte improvvisa e da 35-40anni in su i ben noti fattori di rischio come fumo, ipercolesterolemia, obesità , sedentarietà, ipertensione....etc.
Ma si muore purtroppo ad enta molto giovani .

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#14] dopo  
Utente
In giovane età puó capitare anche senza familiaritá e essendo 100% sano?

[#15]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Si . È raro ma può capitare

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#16] dopo  
Utente
Caro dottore...ieri sera parlai anche con un cardiologo locale che qualche giorno fà mi visitó. Lui mandandomi una scheda con elencati i criteri diagnostici di cardiomiopatia aritmogena del ventricoll destro dissè che escludendo criteri maggiori e minori come nel mio caso devo sentirmi molto tranquillo. Cosa ne pensa lei?

[#17]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Come le ho gia' detto piu' volte il suo rischio di morte improvvisa e' bassissmo ma non zero, come quello dei miei figli

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza