Utente
Buonasera, sono Vincenzo.
Premetto di aver letto un consulto simile di un mio coetaneo qualche giorno fà. Ho vissuto la sua stessa storia, depressione, problemi a casa e anoressia mi rivedo molto in lui. Sono stato anoressico per 6 mesi poi sono diventato in sottopeso.
Purtroppo ho ancora un difficile rapporto con il cibo e quindi anch' io sono sotto l'aiuto di un nutrizionista.
Io non ho gravi problemi di salute e questa anoressia non m'ha portato nulla di grave.
Ora sono uscito dal controllo con questo nutrizionista, pesavo 54, 8 chili e arrivai a 56 un mese fà. Oggi purtroppo sono arrivato di nuovo a 54, 8. Lui nello studio ha un macchinario, da poco uscito che misura acqua, massa grassa, peso dello scheletro etc. Ora, io non credo che un aggeggio possa misurare l'acqua nel corpo.. . ma questo aggeggio mi dice che perdendo massa magre e muscoli ho perso anche acqua e sono disidratato. Il nutrizionista dice che rischio moltissimo a livello cardiovascolare. Ora, parto dal presupposto che un nutrizionista non può dire se uno rischia di avere un attacco cardiaco sulla base di un macchinario.. . . da poco uscito ma che io non vedo negli ospedali.. . quindi credo che lec cose non si misurino cosi'. Un cardiologo saprà sicuramente spiegarmi meglio cosa ha perso il mio corpo in quel chilo e mezzo, dirmi, ora che vi descriverò quello che faccio, se io sono realmente disidratato e come comportarmi, non certo un nutrizionista.
Io sono in sottopeso e ho perso quindi anche acqua con i muscoli. Ammetto di avere le occhiaie come tutti i magri, le labbra scepolate assieme alla palle.. . ma sono un soggetto atopico, cosi disse il dermatologo. Bevo più di 1, 5 litri al giorno, mangio, anche se poco verdure, pasta etc. Urino 3-4 volte al giorno e ovviamente non facendo sport non perdo liquidi.
A vostro parere, da medici non di certo da nutrizionisti sono disidratato tanto da rischiare un collasso cardiaco? oppure sono lievemente disidratato perchè peso poco e il mio rischio di arresto cardiaco è bassissimo come tutti?
Grazie dell'aiuto.. . spero di rilassarmi uscendo

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Quelle macchine non hanno alcuna validita'.
se beve un litro e mezzo di acqua al giorno non e' certo disidratato
Se dosa la azotemia ematica questa gliela confermera'

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Buonasera dottore
Detto da un cardiologo ha molto più senso.
Le volevo chiedere solo un'altra cosa...prendendo il mio caso , il mio corpo purtroppo ha perso pero quindi anche muscoli e anche acqua...io sono molto in sottopeso.
L'acqua muscolare...se poi si beve, si mangia cibi con acqua (anche se pochi) e se non si perdono liquidi con sudore, vomito e diarrea, NON si va in disidratazione tale da portare ad avere un maggior rischio di attacco cardiaco
Quindi il nutrizionista ha detto un'enorme sciochezza?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Si assolutamente
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Gentile dottore, buongiorno e buona Domenica.
Ieri sera discutendo di questo fatto con la mia ragazza e con i miei amici ho ricordato che questo nutrizionista specificò che, secondo questo suo macchinario la disidratazione fosse cellulare. Ora mettendo anche il caso impossibile che questo macchinario abbia ragione, che io perdendo peso abbia perso anche acqua, sarebbe, a suo parere sicuramente più esperto e fondato di quello di un nutrizionista d 40 anni non laureato in medicina, impossibile che un corpo per quanto possa essere denutrito e magro ma che beve 5-6 bicchieri d'acqua e mangia anche cibi con acqua cadere in disidratazione?
Forse ,anzi sicuramente le sto ponendo domande ripetitive e ossessive se s'è cosi, le chiedo scusa...
Purtroppo sono anni che affronto problemi di salute prima di mio fratello e poi mio padre a casa...sono cresciuto negli ospedali e quindi sono rimasto traumatizzato di stare male anch'io nonostante sono un ragazzo molto forte.
Sono stato molti mesi fermo quando pesavo poco, non camminavo nemmeno. Da 3-4 mesi ho iniziato a fare passeggiate e inizialmente chiedevo alla mia ragazza o ai miei amici di fermarci perchè avvertivo dolori muscolari e spesso lieve affanno. Nonostante l'allenamento di cammiare a passo svelto , spesso avverto ancora fiacchezza, fame d'aria ,lieve affanno etc...come dopo una corsa. Non penso che questi siano segni di disidratazione ma solo di muscoli deboli e non allenati?.
In fin dei conti caro dottore è da quando ho 7 anni che vivo agonie etc, mi hanno assunto da Ottobre in un ristorante di amici in montagna e vorrei riiniziare una nuova vita.
A suo parere non corro rischi (tranne quelli che tutti noi sani e normali corriamo) , devo mangiare per rinforzarmi e per non creare danni ai muscoli o agli organi ma devo stare tranquillo perchè non sono disidratato ?
Grazie dottore, m'ha aiutato molto e gratuitamente...spero siate d'esempio a molti finti professionisti.
Ah, ovviamente cambierò nutrizionista.
Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Glielo ripeto per l ultima volta : lei non ha alcun segno di disidratazione .
esegua la azotemia e se ne renderà conto una volta per tutta

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza