Utente 525XXX
Buongiorno a tutti i medici presenti sulla piattaforma. Sono 2 anni e mezzo che porto autobus, spesso anche su autostrade...dove affronto viaggi abbastanza lunghetti e fuori città. Non sono mai stato un tipo ansioso, ho fatto anche pochissime visite mediche nell'arco di 25 anni. Una sera sento una strana sensazione di agitazione...per fortuna il mio turno era finito. Lascio l'autobus fuori la sede prendo il motorino e vado all'ospedale.Dopo ore di attesa ( l'agitazione e i tremori erano passati) ma io non tornai a casa perchè, dato il fatto che non mi sono mai sottoposto a visite mediche volevo sapere. Sulla cartellina mi scrivono "crisi di panico" rilasciandomi con un referto di elttrocardiogramma con assolutamente nulla di anomalo. Il giorno dopo chiamo un caro mio amico che è cardiologo...volevo per la prima volta farmi una visita. Cosi facendo anche le analisi del sangue(nessun valore fuori posto) vado procedo con la visita. Non so il nome tecnico ma in pratica ho fatto un ecografia del cuore dove non esce nulla di anomalo. Io in maniera schietta chiedo al mio amico se nonostante fossi sano come un pesce quali rischi potevo avere. Lui mi risponde scherdanzo 0,001. Lo so non sono mai stato ad una visita e quindi so poco e nulla di medicina. Ma di solito per sentito dire anche da mio padre che ha avuto vari problemi dice" lo 0.000 non esiste in nulla". E cosi eccomi qui. Dato che porto i pullman e gli autobus anche fuori cittá...ho questa paura di sentirmi male e di far avere un incidente anche ai miei passeggeri e le persone fuori l'autovettura. Nella mia vita voglio sentire sempre due pareri...anche dai medici. Se diciamo ho un cuore buono, non ho mai fumato, nemmeno una canna o una sigaretta, sono astemio dal 2013 e tanto meno nessuno nella mia famiglia ha avuto arresti. Io posso guidare in serenità?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Certo che si
Il suo rischio è bassissimo, come quello dei miei figli.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza