Utente
Buongiorno.
Mia mamma (64 anni) giovedì scorso ha avuto un TIA.
Mentre faceva colazione, ha smesso di muoversi e parlare: è durato pochi secondi, poi ha ripreso subito ma in modo molto rallentato e confuso (nella prima ora, non riusciva neanche a terminare le frasi).
Non ricorda quanto accaduto, ha avuto forte astenia per 2 giorni.
Lei è in cura, da decenni, con Triatec per pressione alta e soffre di leggere aritmie. Non fuma, non è sovrappeso, legge molto, è molto attiva fisicamente, l'alimentazione seguita è sana e varia. Questo periodo è stato però molto stressante causa lunga terapia per Helicobacter e alcuni pensieri (Papà con PSA alto in attesa di biopsia).
Al PS hanno pensato che una possibile causa sia stata lo stress.
Pressione rilevata all'accettazione del PS 93/140 (alta, per essere in cura con Triatec); TAC negativa, ecodoppler negativa, ecg nella norma, visita neurologica adeguata.
Le hanno prescritto: cardioaspirina e nimotop gocce (che però non sta prendendo perchè sul foglietto illustrativo è indicato come da evitare se si sta assumendo Triatec).
Che cosa ci consigliate di fare ora? Può farle bene 1 settimana di montagna per riprendersi, a Cormayeur (alt. 1.224 m s.l.m.)? Come prevenire eventualialtri attacchi? Grazie mille.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Un TIA in una donna non piu' giovane ed ipertesa deve sempre destare preoccupazione.
Che tipo di aritmie ha? Fibrillazione atriale? Banali extrasistoli?. Ha eseguito un sdoppler delle arterie cerebro afferenti?

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta Dottore.
Devo verificare sulla documentazione del PS che tipo di Ecodoppler è stata eseguita.
Quanto alla situazione cardiaca: Non sono Certi che abbia avuto fibrillazione atriale; ha uno scompenso ad una valvola e accelerate extrasistole.
Grazie.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Troppi pochi dati per esprimere un parere sensato...
Se vuole e puo' sia piu' dettagliata

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso