Attivo dal 2019 al 2020
Buonasera, sono un uomo di 33 anni, vorrei sapere innanzitutto se i nonni materni e paterni fanno parte del 1 grado o 2 grado come familiarità.

E poi se ho un elevato rischio di andare in contro a eventi del genere con l'avanzare dell'età.

(Ho smesso di fumare 9 anni fà, cerco di mangiare abbastanza sano, vado a camminare 2/3 volte a settimana, esami del sangue normali compresi colesterolo, nessuna patologia, unico fattore di rischio la famigliarità).

Mio padre ha avuto un infarto a 56 anni (non aveva problemi di nessun genere neanche colesterolo, non era soprappeso, non ipertensione, ma fumava da una trentina d'anni.
) Ora a 65 anni non fuma più, però ora dopo aver avuto l'infarto ha ipercolesterolemia, ipertensione arteriosa cosa che non aveva prima.

Mio nonno paterno e morto molti anni fá a 62 anni per un'ictus celebrale.

Mio nonno materno ha avuto un infarto verso i 60 anni ora ne ha 88 anni.

Grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
lei ha una discreta familiarità per eventi cardiovascolari .
cerchi quindi di ridurre o eli imari i fattori di rischio modificabili
pressione arteriosa
ipercolesterolemia
valori pressori inferiori ai 130/80 mmHg
cammini un ora@" di
eviti di fumare

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Attivo dal 2019 al 2020
Grazie dottor Cecchini ma i nonni sono di 2 grado, la familiarità dovrebbe essere di 1 grado se non sbaglio?
Dovrei avere solo la familiarità per mio padre.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi scusi ma sua padre non ha avuto un infarto a 56 anni?

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Attivo dal 2019 al 2020
Si, infatti intendevo mio nonno paterno e mio nonno materno che uno a avuto l'infarto l'altro un'ictus sono di secondo grado?

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
quelli sono parentele di secondo grado.
Il padre di primo grado

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6] dopo  
Attivo dal 2019 al 2020
Di secondo grado non contano nella familiarità ?
Poi mio padre lo ha avuto a 56 anni, il range non è prima dei 55 per gli uomini e prima dei 65 per le donne?

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Certo che conta la familiarita' di secondo grado, ma lei ne ha anche uno di primo grado, ed in eta' ancora giovane

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#8] dopo  
Attivo dal 2019 al 2020
E molto probabile che vada in contro a questi eventi solo avendo la familiarità e nessun altro fattore di rischio?
Grazie Dott Cecchini

[#9]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Molto probabile no.
Sicuramente ha un margine di rischio maggiore di un suo coetaneo che non ha familiarita'...

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#10] dopo  
Attivo dal 2019 al 2020
Va be' se però alla familiarità si aggiunge sesso maschile e più in là Età avanzata il rischio e più alto anche se non ho altri fattori di rischio?
Anche se si ha familiarità età avanzata e sesso maschile non è detto che per forse arrivano queste situazioni.
Grazie

[#11]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ovviamente andando in su con l'eta' i rischi aumentano, il che non significa certo che una persona si ammali necessariamente...

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso