Utente
Salve a tutti.
Sono una ragazza di 21 anni, quadro ansiogeno.

Due anni fa ho avuto la mononucleosi e ho sofferto di forte ipocondria e depressione.
In quel periodo notavo una diminuzione dei miei battiti cardiaci, ai quali non avevo mai badato da prima dell'acquisto di un cardiofrequenzimetro in farmacia.
Avevo sempre, a riposo, circa 54/56 battiti.
(ero in cura con zoloft)
Diciamo che poi, una volta guarita...ho dimenticato tutto.

Ecocardio: semplice soffio al cuore innocuo
Elettrocardio: tachicardia sinusale (sempre in momenti ansiosi).

Sono stata in cura con lo xanax x due settimane con la mia neuropsichiatra (6 gocce al mattino, pomeriggio e 3 alla sera).

Oggi ho deciso di fare 3, 3 e 3 per paura che incidessero sulla mia frequenza cardiaca.

Premetto che non pratico nessuno sport, sono andata due anni e mezzo fa in palestra per circa 3 mesi, poi ho abbandonato tutto.

Sono alta 1.68m e peso 56.5kg.

Sono anemica e in cura con integratori di ferro (Folafer)
Ad oggi mi presento di nuovo con attacchi di panico, ipocondria misti ad episodi depressivi.
Ho dolore al seno sinistro e a volte al braccio, ma cerco di non farci caso.

I miei battiti a riposo sono 51, lunga sul letto da sveglia.

Domani metterò un holter cardiaco...
Secondo voi è fisiologico?

Sono molto spaventata, dalle fitte intercostali, dalla nausea che va e viene e dalle vertigini che ho curato con microser 16 mg 3 volte al gg.

Oggi qualche sindrome di capogiro ma x ansi giornaliera.

Risonanza encefalo escluso tutto.

Aspetto una risposta.

Grazie mille.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Assolutamente valori normali, anzi invidiabili

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza