Utente
Buonasera dopo mesi e dopo le risposte del dott, Cecchini vi aggiorno.
un anno fa ho avuto forse un attacco di panico (senso di malessere, non riuscivo a stare seduto al chiuso dovevo stare all'aperto) con valori pressori fino a 170/100 fc 10, in p.
s. l'internista mi disse di assumere del bromazepan a bisogno e fare un holter, io invece presi app-to da cardiologo che vedendomi cosi alterato a livello pressorio e battito accellerato sebbene all'ecocardio tutto fosse nella norma, mi diede oll press 20mg e lobivon 5 mg.
Dopo 20 gg dall'assunzione ho iniziato a sentirmi stanco al risveglio e debole durante il giorno, tanto da andare piu' volte in ospedale, ma sempre dimesso perchè tutti i valori sanguigni, enzimi cardiaci ed ecg risultavano nella norma.
Dopo circa un mese feci prova sotto sforzo negativa la problematica era la debolezza, che accusavo tutto il giorno solo la sera verso le 20 iniziamo a stare meglio e devo dire anche a rilassarmi.
All'ennesimo p.
s, lo stesso internista mi disse che ero in sovraccarico di farmaci (ollpres e lobivon) decidendo di togliermi il lobivon e fare holter da cui emersero valori relativamente bassi per la minima qualche sforamento per la massima ma entro i 140.

la dottoressa che ha iniziato a seguirmi in quell'occasione facendo enesima visita ecg e ecocardio mi ha confermato l'assenza di patologie e dopo aver escluso altre (con ecografie torace, addome e gastrocopia) ha valutato questa come una forma ansiogena consigliandomi un percorso terapeutico che ho iniziato e porto avanti tutt'ora.

prima di arrivare alla terapia pho fatto esami su esami di mia iniziativa fino a fare una cardio tac con liquido di contrasto che risulta negativa per stenosi ma evidenzia un bridge miocardico sulla da ascendente di circa 30 mm profondo 2mm.

tutti mi hanno tranquillizzato dicendomi che avevo un problema non cardiaco ma di una somatizzazione molto forte dovuta ad una forma di depressione reattiva (secondo la terapista psichiatra)
ho ripetuto la prova sotto sforzo a fine giugno risultata perfetta con una buona riserva coronarica, ho ripreso a fare, ma non sono contento del mio stato di forma, mi sento piu tranquillo ho paura di spingere/forzare non mi sento nel pieno delle mie forze come se andassi a tre cilindri invece che 4; ad oggi continuo ad assumere oll press da 10 mg la sera, qualche goccia di lexotan 8-9 la mattina, tintura madre bi biancospino 30gg, mattina e sera e su consiglio della terapista sto facendo un ciclo con integratore samir 200 due pasticche al di e devo dire che un po' mi ha aiutato perchè la mattina mi svegliavo sempre stanco pur dormendo-
Quello che mi chiedo è che tutti questi sintomi strani (malessere, prima mi capitava qualche vertigine, debolezza - astenia lo scorso anno fortissime oggi molto meno forti ma presenti, fastidio al petto) non possano dipendere dall assunzione di ollpress, sono iniziati in modo subdolo dopo aver iniziato la terapia
cordiali saluti

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
tutti i farmaci antiipertensivi possono portare ad astenia,
sinceramente vistomche ha un ponte intramiocardico avrei mantenuto il beta bloccante ed eventualmente tolto il sartano, come le avevo già scritto in passato.



arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Dottore che dirle rispetto lo scorso anno di questi tempi sto molto meglio, dopo i vari follow up holter cardiaco perfetto la prova sotto sforzo negatica ecg e ecocardio vari nella norma, pressione misurata due volte al giorno la minima supera di rado i 75 la max di rado i 125, riguardo il bridge i suoi colleghi del gemelli che trattano molti pazienti con bridge sintomatici mi dicono che sono sano che tutto è in ordine solo di fare controlli annuali. Ripeto ho ripreso a fare attività sportiva in modo tranquillo cammino faccio bici un po di corpo libero. Diciamo che regna questa convinzione che io sia vittima di una depressione reattiva che mi fa accusare questi sintomi astenia debolezza malessere il tutto molto blando ma presente. Di cambiare la terapia anche se ho chiesto non se ne parla, rimango con il dubbio che sia la pillola ad indurmi questi sintomi ora lievi perche forse il fisico si é abituato sul bugiardino ci sono tutti.Un mio amico ad esempio prende il plaunac 10 mg e non ha nulla se non stare meglio. Non so andiamo avanti e cerchiamo di migliorare controllandoci. La ringrazio

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Piu' volte mi pone la stessa domanda e quindi riceve la medesima risposta.
La terapia per la presenza di un bridge intra miocardico prevede un beta bloccante e non certo di un sartano.

liberissimo di credermi o meno e quindi di chiedere una consulenza da altri eccellenti cardiologi qui sul sito, ma io non le rispondero' piu' a quesiti analoghi.


cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Dottore io le credo nel senso che ho chiesto di cambiare terapia almeno per provare ma non ho trovato terreno fertile con nessuno dei suoi colleghi, nella sua eperienza quindi i bridge vanno comunque sempre trattati anche se non creano stenosi e con questo chiudo nella sua epserienza effetti collaterali pillole pressione sono comuni? Perche tutti quelli che conosco non ne hanno. Grazie per i sui riscontri