Utente
Buongiorno vi vorrei esporre il.
Mio problema e da 1anno a questa parte che soffro di episodi di tachicardia e di extrasistole questi episodi aumentano durante il lavoro in più mentre lavoro ho la sensazione come di svenire vedo offuscato e per riprendermi mi devo sedere, vi vorrei dire anche ub episodio che mi è capitato durante il sonno la mia ragazza si è accorta che respiravo male e avevo le vene del collo gonfie e mi ha detto che sentiva il mio cuore battere forte sembra una cosa anormale ma vorrei delle chiarezze per questo ve lo scrivo.
Ho eseguito un ecg a riposo ritmo sinusale 75bmp con alterazioni aspecifiche della ripolarizzazione.
Ecocardio dove risulta tutto nella norma tranne lieve rigurgito della valvola mitrale e non grossolane alterazioni della cinetica parietale, vorrei sapere il significato di questo termine, eseguo un ecg da sforzo dove emergere un sottoslivellamento del.
Tratto st in sede infero laterale e comparsa di extrasistole bigemine durante lo sforzo, mi consigliano una coronografia che risulta negativa coronarie indenni.
Per sicurezza mi fanno eseguire una scintigrafia miocardica da sforzo con esito negativo però sul tracciato da sforzo il cardiologo dice che soffro si PR corto e vorrei sapere anche il significato di questo termine.
Eseguo due holter una 5 e l'altro a 12 derivazione nel primo risultato degli episodi tachicardici di durata di 3 minuti e mezzo con ondata t negativa inD2 e D3 nel secondo risulta una tachicardia atriale a conduzione 2.1 ed extrasistole ventricolare con esattezza 70 ed extrasistole sopraventricolare 50, mi eseguono uno studio elettrofisiologico ad alta aggressività e con l iniezioni dell isoprotenololo con esito negativo nessuna aritmia indicibile c'è solo una pecca nella stimolazione ventricolare programmata risulta un evidenza di retroconduzione di tipo concentrico e decrementale mi hanno dato.
Come terapia l Atenol.
Eseguo anche una Rmn cuore senza contrasto dove risulta un edema in sede inferiore con pattern intramiocardico.
Non ho morti in famiglia improvvise ho avuto solo mio nonno cardiopatico in età avanzata.
Ho notato che se sto a riposo e faccio una giornata tranquilla i miei battiti vanno dai 70 ai 75 se invece faccio una giornata di lavoro so che i battiti aumentano ma la mia frequenza rimane fissa a 90 battiti in più accuso malore e senso di stordimento la mia pressione arteriosa e di 110 60 e la saturazione e sempre su 96 97% tranne quando lavoro anche a riposo la sera la ho 94% 95% ho eseguito anche una tac torace con mezzo di contrasto ed e negativa analisi del sangue tutte nelle norma tranne un innalzamento degli enzimi epatici anche per qst ho eseguito un eco addome e tac con esito negativo, ho eseguito un rmn encefalo con esito negativo.
Posso continuare a fare il mio lavoro?
Faccio il muratore.
Ed inoltre ho letto che la diaplasia aritmogena può portare questa sintomatologia.
Il cardiologo mi ha rifissato un ecocardio fra 3mesi.
non era meglio una rmn con M.
D.
C.
?
Saluti

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gli esami che lei ha gia' eseguito sono del tutto tranquillizzanti.
Completerei il tutto con una RM con contrasto

Puo certamente continuare il suo lavoro

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Ok la ringrazio buona giornata