Utente 251XXX
Buongiorno dottori sono qui perché purtroppo non riesco a capire cosa sta succedendo. Vengo subito al dunque sono un ragazzo di 27 anni e da due giorni ho dolore nella fossa ialica destra. Sono stato ieri al pronto soccorso dove mi sono stati fatti esami del sangue risultati normali e un eco addome che evidenzia un modesto ispessimento delle pareti Dell appendice. Quello che mi preoccupa è per cui chiedo consulto è che un anno fa circa sempre per gli stessi dolori mi recai sempre al pronto soccorso e mi venne diagnosticata un appendicite acuta catarrale che non richiedeva l'asportazione ma una terapia antibiotica. Ora ho paura che possa esserci un problema di "ricadute?..come mi dovrei comportare? ..grazie

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Se in P.S. non hanno ritenuto opportuno ricoverarla o prescriverle farmaci, vuol dire che in questo momento non c'è infiammazione.
Se la sintomatologia non regredisce o si intensifica è necessario che lei ritorni al P.S. per un controllo.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 251XXX

Gentile dottore grazie per la celere risposta. La volevo aggiornare in quanto ieri sono ritornato al Ps. .mi sono stati rifatti gli esami del sangue risultati normali e la visita dal chirurgo il quale mi ha spiegato quanto sia difficile ancora oggi diagnosticare un appendicite. Mi ha visitato e mi ha detto che non mi opererebbe mai anche perché i valori delle analisi soprattutto dei globuli bianchi è normale. Mi ha dato una terapia di levofloxacina da 500 mg x 5 giorni. Ieri sera l ho presa ma stanotte ho accusato altri dolori allo stomaco e stamattina nausea forte che non passa. .non so se dovrei ritornare in PS o è un effetto collaterale del farmaco. .