Utente 251XXX
Buongiorno, in data 29/11/2011 ho subito lo schiacciamento della mano sinistra(io sono mancino) che mi ha provocato la frattura scomposta e esposta del secondo metacarpo e scomposta del terzo e quinto. Sono stato operato il giorno successivo e il chirurgo ha optato per un'osteosintesi tramite fili di k. Dopo quaranta giorni mi hanno rimosso i fili e ho potuto iniziare la fisioterapia, durata tre cicli.dopo varie visite e dopo cinque mesi sembrava tutto procedesse per il meglio ,prima di rientrare a lavoro ho effettuato la lastra sotto consiglio del medico chirurgo e mio malgrado ,il medico ha riscontrato pseudoartrosi nel qu to metacarpo e ritardo di consolidazione nel terzo e secondo. Mi ha prescritto l'igea biostim per trenta giorni. Detto ciò ,vorrei sapere se secondo lei questo apparecchio può essermi davvero utile o se sarebbe stato meglio un intervento e soprattutto quanto dovrò aspettare affinché la pseudoartrosi guarisca. Grazie mille in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

concordo con il Collega: questo tipo di terapia, se eseguita correttamente (almeno 6-8 ore al giorno), dà ottimi risultati.

Buona notte.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Utente 251XXX

Buonasera Dottore,inanzitutto grazie per la tempestiva risposta. Oggi ,a distanza di 30 gg ho fatto l'rx alla mano e purtroppo dal referto si evince che il quadro sia rimasto totalmente invariato .è normale oppure ci può essere qualcosa che ha influenzato negativamente sulla guarigione?saluto e grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Scusi, per quanto tempo ha usato il biostim ?
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#4] dopo  
Utente 251XXX

Trenta giorni a oggi. Grazie

[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Ma ha usato l'apparecchio in modo continuativo, per almeno 8 ore al giorno ?
(ad esempio durante le ore notturne).
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#6] dopo  
Utente 251XXX

L'ho sempre usato di notte,qualche volta anche più di otto ore.

[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Allora potrebbe essersi verificato il fatto che i due monconi di frattura non erano ben fermi ma si muovevano.

La parte era stata immobilizzata, ad esempio con un tutore ?

Infatti, se c'è anche un parziale movimento, il callo osseo non si forma, anche facendo la magneto.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#8] dopo  
Utente 251XXX

No ecco,non era immobilizzato con nulla.Io comunque non ho fatto sforzi peró sicuramente non avevo la mano ben immobilizzata.

[#9] dopo  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
L'immobilizzazione è un presupposto fondamentale per la guarigione di una frattura, ancora di più per un ritardo di consolidazione, non ne parliamo proprio per una pseudo-artrosi.

Le conviene tentare ancora con la magneto, però immobilizzando la parte.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#10] dopo  
Utente 251XXX

Dottore non so come ringraziarla per la Sua disponibilità. Mi ha tolto una grossa preoccupazione .proverò sicuramente come Lei mi ha consigliato e speriamo bene.

[#11] dopo  
Utente 251XXX

Buonasera Dottore,Le scrivo a distanza di quasi un mese perchè mi è capitato qualcosa di molto strano. Il chirurgo che mi seguiva ,notando che il callo osseo nonostante l'uso del biostim non si formava,ha optato per fare un intervento al v metacarpo.Consisteva nel fare un innesto e mettere una placca. Al momento dell'intervento,peró una volta aperta la mano,il chirurgo ha notato che l'osso era consolidato e mi ha detto che non era necessario mettere la placca. Mi ha spiegato che il callo osseo nell'rx non si vedeva ma che in realtà c'era e pure bello duro. Come può spiegarmi questo strano fatto?

[#12] dopo  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si spiega perche', come di norma, la magneto ha svolto efficacemente il suo ruolo.

Talvolta la radiografia va letta in modo molto accurato: a un esame meno attento sembra che il callo osseo non ci sia, ma in realta' c'e'.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#13] dopo  
Utente 251XXX

Grazie mille Dottore per la tempestività. Spero che il mio messaggio possa servire a chi in futuro avrà il mio stesso problema.

[#14] dopo  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Concordo con lei.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale