Utente 275XXX
A seguito di caduta per la scale in agosto 2015, urtai con violenza sugli spigoli delle scale con la schiena e il gluteo.
Ma si era formato un bozzo dolorosissimo ed enorme sul gluteo e quindi dopo una settimana feci privatamente un ecografia e l'ortopedico disse che era un ecchimosi di circa 7 cm di diametro molto in profondità che ormai era parzialmente organizzato e non si poteva piu' aspirare ma doveva essere inciso perchè alla lunga sarebbe stato invalidante. Mi mise in lista di attesa per operarmi ma trascorso quasi un anno e mezzo ho richiamato l'ortopedico ma nemmeno si ricordava piu' di me.
Feci privatamente anche la tac (da cui è emersa spondilosi molto accentuata ma nessun osso rotto) e la risonanza magnetica alla schiena e il radiologo disse che avevo una zona "molto attiva" che secondo lui era preoccupante. Sul referto però nno trovai scritto niente. Alchè ancdai a parlare con il dottore, che sostenette che non era niente e che ne ha viste a migliaia di queste zone attive sulla schiena che soono sempre dovute a vecchie cadute.
Andai dal chirurgo che mi avevano consigliato alcuni amici e dopo aver visto tutti i referti mi disse che a parte dei piccoli accenni di ernia alle vertebre, non vedeva niente e secondo lui era una cosa neurologica, e mi disse di tornare solo se i dolori non fossero piu' passati.
Sono trascorsi 2 anni ma i dolori si sono cronicizzati e possono durare per giorni.
Quando tossisco o sternutisco provo molto dolore, come se mi si aprisse in due la gabbia toracica. Comunque quando mi viene questo dolore acuto e continuo sotto la scapola destra, che puo' durare anche 7 oppure 8 ore, sdraiandomi a pancia in su si attenua e sparisce.
Ho notato allo specchio come un affossamento sotto la scapola, e se ci tocco è proprio il centro del dolore. Invece mio fratello mi ha detto di andare dal chirurgo perchè secondo lui potrei avere un lipoma sulla scapola. Ma io ormai davvero sono sfiduciata e non ne posso piu' di tutte queste visite inutili. e costose.
Il dolore al gluteo è allucinante, il bozzo è sempre lì, non e' diminuito di un millimetro e me ne vergogno tantissimo perchè si vede anche attraverso i vestiti.
Non trovo pace in nessuna posizione a riposo seduta o in piedi. Così come arriva se ne va. Dura fino a 4 giorni, ogni settimana.
Altre volte mi prude e devo grattarlo per far passare il prurito.
E il dolore al bozzo, si irradia fino a davanti (altezza ovaio destro).
Questi dolori mi stanno rendendo la vita impossibile soprattutto al lavoro.
Sono davvero scoraggiata e non ne posso piu' del dolore continuo.
Il mio medico di famiglia (che intendo cambiare) dice che non ho nulla.
Cosa accade se non si incide un ecchimosi organizzata così grande?
Cosa posso avere sotto la scapola? Che percorso mi consigliate per entrambe le problematiche?
Da chi posso andare? non so piu' a chi rivolgermi, non c'è pace ne soluzione per me.

Grazie infinite
Simy

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Comprendo la sua ansia per la complessa sintomatologia che descrive, ma deve comprendere che nel suo caso sia impossibile dare I contributi (Tra l'altro vietatissimo) che si attende da noi.
Nel suo caso la visita e' imprescindibile e mi rivolgerei ad un ORTOPEDICO e non ad un chirurgo generale.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 275XXX

Gentile dott. Catania, grazie infinite per la cortese risposta.
Mi suggerisce una visita ortopedica sia per il dolore sotto la scapola sia per l'ecchimosi calcificata sul gluteo?
Grazie

[#3]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
SI
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 275XXX

D'accordo, seguirò senz'altro il suo suggerimento.
Grazie, saluti cordiali