Utente 414XXX
GENTILI DOTTORI,
DA CIRCA UN ANNO HO UNA PICCOLA FISTOLA ANALE. HO ATTESO UN PO' PRIMA DI VEDERE IL DA FARSI PERCHE' PER BEN DUE VOLTE, A DISTANZA DI DECINE DI ANNI, L'HO VISTA COMPARIRE PER POI SPARIRE.
CHIEDO GENTILMENTE DI SUGGERIRMI LA SOLUZIONE ALL'ELIMINAZIONE DEL PROBLEMA. HO SENTITO PARLARE DI NUOVE TECNICHE MINI INVASIVE ED EFFICACI. CONSIDERANDO CHE VIVO IN PROVINCIA DI BRESCIA, COSA MI CONSIGLIATE?
GRAZIE E CORDIALI SALUTI.
MARIO

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La terapia della fistola anale è chirurgica, spesso succede quello che lei ha riferito, ma poi ritorna.
Esistono numerose tecniche mininvasie e non per il trattamento delle fistole anali, tutte valide e tutte con simili percentuali di recidive.
La scelta è legata al tipo di fistola, queste si differenziano per lunghezza del tragitto e tipo di tragitto in rapporto con gli sfinteri anali, li possono lambire o attraversare in diversa maniera. Una ecografia endoanale o una RM saranno sufficienti a descrivere il tragitto delle fistole, anche delle più complesse
Il coloproctologo esperto dopo aver valutato il tragitto della sua fistola ed il rapporto che questa contrae con gli sfinteri, saprà sicuramente indicarle la tecnica più adatta nel suo caso.
Se lo desidera ci tenga informati.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com