Utente 504XXX
Salve, il 5 Marzo 2018 sono stato operato nell'ospedale Palidoro/Bambin Gesù di Roma per la rimozione di una ciste pilonidale tramite la tecnica del Carotaggio. Dopo l'intervento sono rimasto quindi con due piccoli fori che ho dovuto medicare giornalmente per un mesetto e mezzo con Betadine ed in fine l'Eusina. I buchetti si chiusero senza troppi problemi, tutto finì bene. Fino a qualche giorno fa, quando il 2 Agosto 2018 ho fatto un escursione con qualche salita ed un bel po di movimento, solo la sera tornato a casa e sedutomi su una sdraio sentii una fitta, andai a controllare e scoprii che uno dei due buchetti si era come riaperto. Sono andato a fare una visita il giorno dopo, come referto una chirurga mi ha detto che ho una recidiva, però non credo sia così in quando non fa male come quando avevo la ciste, ed il buchini che ho non sembra una fistola, più che altro una ferita riaperta. Vorrei quindi un parere, la diagnosi di quella chirurga è legge oppure potrebbe aver capito male considerando che qui in montagna non sono italiani al 100%? Grazie mille.
Ps. Per ora sto medicando con sciacquo di acqua e sale mattutino e pomata di betadine.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Come dirlo senza visitarla? verosimilmente comunque sembrerebbe trattarsi di un ritardo di cicatrizzazione. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it