Utente
Gentili Dottori,
scrivo qui perché sono un po' preoccupata per via di una pallina dura che ho internamente all'ombelico da dopo il secondo parto.
Il 18 marzo infatti, dopo 16 ore e dopo un parto operativo con ventosa, episiotomia e manovra di Kristeller, è nato il mio gigante di 4.210 kg e 57 cm.
Già subito dopo il parto avevo dolore nell'ombelico e nella zona intorno, l'ombelico era marrone scuro, ma avendo la linea nigra non sapevo distinguere tra livido o appunto pigmentazione dovuta alla linea.
Il dolore all'ombelico è durato un po', mentre la pallina c'è da sempre.
L'avevo fatto presente alle infermiere ma senza nemmeno toccarmi mi dicevano che era normale e io mi sono fidata.
Ho aspettato 6 mesi e la pallina è ancora là.
Quindi sono stata dal mio medico di famiglia che visitandomi ha detto che non sembra essere un'ernia ombelicale e pensa sia un ematoma non riassorbito.
Perciò mi ha prescritto un'ecografia della cute del tessuto sottocutaneo della regione addominale.
Nel frattempo però ho troppa paura che possa anche essere qualcosa di brutto, come un tumore, l'ho detto anche a lei ma mi ha detto di stare tranquilla.
Ho aspettato tanto perché in ospedale dopo il parto mi avevano detto che era normale, ma se prima non c'era allora tanto normale non è.

So che voi ovviamente non potrete dirmi più di quello che mi è stato detto dalla Dottoressa, ma voglio farvi tre domande:
se fosse un ematoma non riassorbito quale sarebbe la terapia?

Premetto che non ho più dolore e la "pallina", scusate se la chiamo così, è dura e interna, non ho quindi l'ombelico sporgente.

La Dottoressa mi ha anche detto che ho una leggera diastasi solo nella zona ombelicale, ma niente di preoccupante a suo avviso.

Se dovessi avere un tumore avrei sintomi particolari?

Un'ernia ombelicale può essere anche interna o solamente esterna?
Cioè è possibile avere un'ernia nell'ombelico e non avere l'ombelico sporgente verso l'esterno?

Scusate, ma nell'attesa dell'ecografia mi piacerebbe sapere di più da persone competenti come Voi.
Internet lo voglio lasciar perdere.

Grazie in anticipo.

Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, dalla sua descrizione non sembra nulla di grave, considerato che la tumefazione è immutata nel tempo , quindi attenda serenamente l’ecografia.
Il resto delle risposte a diagnosi fatta , per serietà di consulto.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza