Laparotomia verticale

Salve, sto uscendo adesso da un periodo piuttosto negativo.
C.ca tre settimane fa ho scoperto di avere un tumore benigno (una cisti poi rivelatasi dermoide) all'ovaio sinistro che, per via delle dimensioni (12cm x17 cm) è stata asportata con una laparotomia, ma in verticale.
Premetto che psicologicamente ho ancora un blocco che non riesco a superare, ossia la ferita la medica il mio compagno, o mia sorella, perchè non riesco a guardarla per paura di non accettarla...la mia speranza è che possa essere curata talmente bene che possa assottigliarsi ed essere poco notevole, o che possa, con l'aiuto delle tecniche laser essere "cancellata" o attenuata.
La mia cicatrice so che comincia da due cm sotto l'ombelico, ed è di c.ca 9 cm, ed è stata suturata con punti metallici (tolti a 12 giorni dall'operazione).

Potete indicarmi una cura, una protezione (nella vita di tutti i giorni, al mare, sotto la doccia) perchè io riesca a trattarla in maniera ottimale in modo da farla riassorbire nel migliore dei modi?
Sarà veramente "cancellabile" col laser? O se la tratto bene non ce ne sarà bisogno?
E' normale che in due punti mi abbia "spurgato" un pochino di siero?


Per ora la sto tenendo, pulita e disinfettata, sotto cerottone in attesa che cadano tutte le crosticine, poi mi è stato consigliato di usare il Cicagel una volta al dì per almeno due mesi...è giusto?


Scusate la valanga di domande, ho solo paura di non riuscire, con la testa, ad accettare tutto questo.

Cordiali saluti,


F.
[#1]
Dr. Luca Leva Chirurgo plastico, Medico estetico 594 19 9
Gentile utente,
per ottenere il miglior risultato estetico delle cicatrici vi sono delle regole da seguire costantemente da parte del paziente ovvero:
- previa applicazione di crema idratante-nutriente massaggiare la cicatrice lungo tutta la sua lunghezza con un dito esercitando una media-forte pressione;
- applicare sempre (anche d' inverno) protettivo solare 50+ ogni volta che ci si espone al sole;
- applicare la sera prima di andare a dormire un gel a base di silicone.

Il massaggio va effettuato almeno 2-3 volte al giorno per un periodo prolungato (almeno 2-3 mesi) e serve ad ammorbidire e abbassare a livello della cute circostante la cicatrice.
Il protettivo solare serve per evitare che la cicatrice diventi di colore piu' scuro della pelle intorno ad essa.
Il gel di silicone aiuta ad abbassarla e portarla a livello della cute.

Per essere definitiva e quindi vedere un reale risultato la cicatrice impiega da 6 mesi ad 1 anno.

Passato questo periodo se la cicatrice dovesse rimanere evidente potra' ricorrere a trattamenti laser che la attenueranno.

Saluti,

Dr. Luca Leva
Chirurgo Plastico Pescara, Ancona, S.B.del Tronto, Milano
www.chirurgiaplasticadrleva.it

[#2]
Dr. Marco Loiacono Chirurgo plastico 549 8
concordo totalmente con il collega
buona giornata

Dr. Marco Loiacono
Specialista in Chirurgia Plastica ed Estetica
www.nuova-chirurgia-estetica.it

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test