Utente 137XXX
Buongiorno, prendo la pillola anticoncezionale estinette da un anno e mezzo, ora voglio smettere di prenderla per tutti gli effetti collaterali che mi ha causato.
In questo periodo è progressivamente aumentata la cellulite (che prima non avevo), solo sulle cosce, e, soprattutto su cosce e polpacci ho un reticolo di capillari e vene in evidenza (che prima non avevo) , molto antiestetiche, ma da quando ho notato che stanno diventando evidenti anche i capillari sulle guance ho cominciato a preoccuparmi.. è sempre dovuto alla pillola?

Aggiungo che la mia alimentazione è equilibrata, le analisi del sangue vanno bene (donatrice AVIS), non uso la ceretta per depilarmi le gambe (uso il silk epil, che non credo rompa i capillari), sono una ragazza magra, di solito in buona salute. a gennaio ho avuto la mononucleosi, e da mesi la pressione minima è tra i 60-70 (come l'ho sempre avuta) mentre quella massima è bassa (85-90).. mi sento spesso stanca, ma questo forse è dovuto allo studio.

Volevo chiedere se i capillari evidenti sono dovuti alla pillola(se smetto di prenderla, in qualche modo si riassorbono?) , o se è un problema più serio,e,se si, quali analisi è meglio fare. Grazie

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

l'uso della ""pillola anticoncezionale"" deve essere preceduta da un screening ematico per accertarsi se sono presenti condizioni predisponenti complicanze, ma questo certamente il suo ginecologo e lei lo avrete già fatto.

la comparsa di teleangectasie non dovrebbero essere messe in relazione alla assunzione della pillola, bensì ad altri fattori. certamente essendo lei piuttosto giovane, i fattori da prendere in considerazione sono verosimilmente legati ad una "predisposizione familiare", altri potrebbero essere in relazione a problemi legati al lavoro o alle proprie abitudini alimentari. bisognerebbe escludere se esistono condizioni patologiche a carico del circolo venoso degli arti inferiori.

il consiglio di rivolgersi allo specialista è implicito e d'obbligo in relazione al tipo di consulenza che lei ha richiesto (esistono dei limiti insormontabili per queste cose in relazione al mezzo che stiamo utilizzando)

cordiali saluti

buona domenica
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
All'assunzione di estroprogestinici è connessa con possibili interferenze a carico del sistema vascolare rappresentate da:
1) Eventi trombotici: prevedibili e prevenibili mediante opportuno screening ematologico finalizzato alla ricerca di soggetti esposti per congenita alterazione del sistema coagulativo
2) Comparsa o estensione dei sintomi della insufficienza venosa, compresa la evidenza di teleangectasie. Si tratta di manifestazioni che tendono ad interessare in maniera incostante i diversi soggetti che fanno uso della "pillola" per cui una valutazione specialistica preventiva o in corso di trattamento può essere opportuna.
Lucio Piscitelli
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#3] dopo  
Utente 137XXX

prima di prescrivermi la pillola la ginecologa mi ha fatto fare tutte le analisi del caso, e andava tutto bene. comunque ora rifarò le analisi.
Volevo chiedere, nel caso non risultassero dalle analisi "condizioni patologiche a carico del circolo venoso degli arti inferiori", se è possibile che i capillari si riassorbano da soli, e se l'uso di somatoline intensivo notte per migliorare la cellulite può invece peggiorare questo problema. Grazie per avermi risposto, cordiali saluti

[#4] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
La presenza e la successiva estensione di teleangectasie (capillari) può essere influenzata solo in maniera molto limitata da provvedimenti farmacologici e dall'uso abituale di calze elastiche preventive.
Una volta escluse patologie venose di "interesse emodinamico", il trattamento di elezione è rappresentato dalla scleroterapia.
Nella sezione MinForma troverà articoli che le potranno essere utili al riguardo.
Lucio Piscitelli
http://luciopiscitelli.beepworld.it/