Utente
Buongiorno, ho di recente svolto un ecocolordoppler venoso agli arti inferiori con il risultato di:

normopervietà del sistema venoso profondo con flusso sincrono agli atti respiratori e continenza dell'apparato valvolare.

A DX incontinenza della grande safena in tutto il suo decorso.

A SX continente la crosse safeno-femorale.

Incontinenza della grande safena dal 3 medio di coscia dove riceve perforante dalla femorale superficiale, che la rende incontinente nel restante decorso.

Continenti le piccole safene.

Non segni di flebiti o TVP in atto o recenti.


Volevo chiedere un parere su quanto scritto per capire quale sia la gravità e quali siano le possibilità di peggioramento.

Inoltre quali accorgimenti dovrei prendere?

E' presto per un intervento?


Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Nicola Palumbo

20% attività
12% attualità
0% socialità
SAN LAZZARO DI SAVENA (BO)
BOLOGNA (BO)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2011
Gentile utente, dal quadro ecocolordoppler che Lei riferisce, si deduce che per motivi emodinamici, dovuti al mal funzionamento delle valvole contenute nella safena, la situazione tenderà inesorabilmente a peggiorare, se pur gradualmente. La necessità di un trattamento chirurgico è in funzione di molti parametri, tra cui la presenza di varici, da un' eventuale sintomatologia con senso di pesantezza, ma anche da un sogettivo bisogno estetico. Tuttavia prima di prendere una decisione, dopo consulto di un chirurgo vascolare Le consiglio l'uso di una calza elastica appropriata.
Nicola Palumbo

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, grazie per la risposta.

Ma un intervento chirurgico a quest'età (19 anni) risolverebbe il problema una volta per tutte o darebbe comunque luogo inevitabilmente a delle recidive?

[#3]  
Dr. Nicola Palumbo

20% attività
12% attualità
0% socialità
SAN LAZZARO DI SAVENA (BO)
BOLOGNA (BO)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2011
Per poterle dare una giusta indicazione, anche considerata l'età, che Lei non aveva specificato, è opportuna una visita specialistica,dopo la quale l'eventuale indicazione al trattamento si darebbe valutando una serie di parametri, che comprendono tra l'altro, esame obiettivo, valutazione ecocolordoppler, entità di eventuale sintomatologia.
Nicola Palumbo