Ereditarietà polipo adenomatoso tubulo/villoso

Buon pomeriggio,
volevo chiedere un consiglio e/o delucidazione circa l'ereditaretà dei polipi intestinatli.
Circa un paio di mesi fa mio padre, settantenne, a seguito di colonscopia(causa sanguinamento occasionale) ha rimosso, dapprima un polipo iperplastico di 11 mm e in seconda battutta un poilipo il cui referto istologico riporta la seguente dicitura:Polipo adenomatoso formazione tubulo/villoso 12mm con neoplasia lieve.Gli è stato consigliato di ripetere controlli annualmente.
La mia domanda è questa:si parla spesso dell'eriditarietà dei suddetti polipi, noi figli nonostante l'età 'giovane' 32,37,40(siamo in 3!)dobbiamo sottoporci già da adesso ad un esame come la colonscopia?
Ci sono dei segnali che non dobbiamo sottovalutare?
Sono a precisare che in famiglia non ci sono casi precedenti.
Ringrazio anticipatamente.
[#1]
Dr. Mauro Di Camillo Gastroenterologo 3,5k 100
cara utente, ha fatto una domanda molto pertinente, la risposta è di eseguire una colonscopia a 50 anni, in assenza chiaramente di sintomi importanti (dolori, sangue, diarrea, stitichezza improvvisa...)dall'età di 40 anni potreste eseguire il sangue occulto feci.
cordiali saluti

Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott. Di Camillo,
la ringrazio per la sua esaustiva e celere risposta.
Approfitto per porle alcune domande/consigli.
Mi facevano riflettere i 'sintomi importanti' nel senso che io da alcuni anni soffro di una cattiva digestione, se vogliamo chiamarla così.
Spesso al termine dei pasti ho senso di gonfiore molto fastidioso, regolarità intestinale che latita, (mi aiuto con uno yogurt al mattino)e a volte soprattutto dopo alcuni giorni di stitichezza(3/4)si verifica diarrea.
Da qualche mese ho notato occasionalmente del muco ed una volta ho avuto un insolito prurito anale. Premetto che non mi sono mai sottoposta ad una visita da uno specialista + esami del caso.
Lei cosa mi consiglierebbe?Quali passi muovere?
Grazie ancora!!
[#3]
Dr. Mauro Di Camillo Gastroenterologo 3,5k 100
Chiaramente la prima cosa è una visita, in funzione di quella si vedrà se fare altro.
saluti

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test